Spettacolare eruzione vicino a Reykjavik, in tanti a vedere la lava

Spettacolare eruzione vicino a Reykjavik, in tanti a vedere la lava
Gazzetta di Parma ESTERI

Tantissime persone si sono riversate stamane sul sito di una nuova eruzione della fessura vulcanica situata in una valle disabitata a circa 40 km da Reykjavik, la capitale dell'Islanda.

L'eruzione, iniziata mercoledì, riguarda il vulcano Mount Fagradalsfjall nel sud-ovest dell'Islanda, che lo scorso anno ha eruttato per sei mesi.

"L'attuale eruzione è quindi molto più potente", sostengono gli scienziati

Il flusso di lava nelle prime ore è stato stimato a 32 metri cubi al secondo, secondo le misurazioni effettuate dagli scienziati: circa quattro o cinque volte di più rispetto all'inizio dell'eruzione dello scorso anno. (Gazzetta di Parma)

La notizia riportata su altre testate

Il vulcano, a 40 chilometri dalla capitale, aveva già eruttato per sei mesi fra marzo e settembre del 2021. I turisti si affollano sul sito del vulcano Fagradalsfjall vicino alla capitale dell'islanda Reykjavik, dopo l'apertura di una nuova bocca che sputa lava e lapilli. (L'Unione Sarda.it)

Le scosse di terremoto, almeno cinque negli ultimi giorni,hanno avuto una magnitudo superiore a 4 gradi della scala Richter. Dopo uno sciame di migliaia di terremoti negli ultimi giorni, intorno alle 13:18 ora locale del 3 agosto, si è aperta una fessura sul vulcano Fagradalsfjall. (ilmessaggero.it)

In Islanda , vicino alla capitale Reykjavik , mercoledì 3 agosto è iniziata un’eruzione, che ha “vomitato” e “sputato” lava rovente e pennacchi di fumo da una fessura vulcanica a Meradalir , una valle disabitata vicino al monte Fagradalsfjall , dove l’anno scorso un’eruzione è durata ben sei mesi, dopo diversi giorni di intensa attività sismica (Il Fatto Quotidiano)

Islanda, nuova eruzione vulcanica vicino Reykjavik

L'eruzione di ieri è stata preceduta da un periodo di intensa attività sismica, con circa 10.000 terremoti rilevati da sabato scorso, di cui due di magnitudo almeno 5.0. Il luogo dell'eruzione, in un'area di difficile accesso che richiede una passeggiata di 90 minuti, ha già attirato più di 1.830 visitatori il primo giorno della comparsa della lava, secondo quanto riferiscono le autorità islandesi, e molti sono stati visti fare trekking in zona. (Corriere del Ticino)

Un’altra eruzione aveva avuto luogo nella stessa zona nel marzo 2021 che era proseguita sino a settembre attirando migliaia di cittadini e turisti. Già dalle prime scosse sismiche è stata avviata un’allerta, e con l’eruzione è stata interdetta al volo aereo un’ampia area, ad eccezione per gli elicotteri inviati a controllare la situazione. (Meteo Giornale)

A differenza della storica eruzione del 2010 del vulcano Eyjafjallajokull, che aveva fermato centomila voli e costretto centinaia di islandesi a chiudersi in casa, quella in corso non dovrebbe comportare grandi dispersioni di cenere o fumo e non dovrebbe avere impatti significativi sul traffico aereo. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr