La classifica dei 25 lavori più richiesti nel 2022 secondo LinkedIn

Forbes Italia INTERNO

In questo scenario la tecnologia, come evidenzia l’ultima ricerca LinkedIn, oltre ad aver aiutato i lavoratori italiani ad adattarsi a una nuova routine, li ha trasformati in persone più più sicure delle proprie capacità.

Che, nonostante le ovvie difficoltà emerse negli ultimi mesi, guardano con rinnovata sicurezza a nuovi scenari lavorativi.

“Il 90% dei ceo italiani guarda con ottimismo al 2022. (Forbes Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

L’analisi fa riferimento alle ricerche di lavoro aperte su tutta Italia, ma emergono alcune specificità territoriali in funzione delle specializzazioni dei vari distretti: le richieste di operatori macchine utensili, ad esempio, riguardano soprattutto il Nord Italia, mentre gli operatori per macchine del legno sono concentrati nel Nord-Est e gli elettricisti sono particolarmente ricercati nel centro sud. (Business People)

Ecco la classifica rispetto al mercato del lavoro italiano:. Magazziniere (oltre 1.200 posizioni aperte x Ranstad). (oltre 1.200 posizioni aperte x Ranstad) Addetto al montaggio – Operaio metalmeccanico ( circa 900 posizioni aperte). (Formatonews)

L’agenzia per il lavoro Randstad ha pubblicato i risultati di uno studio per stilare una classifica delle professioni più richieste a inizio 2022 sulla base degli annunci di lavoro pubblicati nel corso delle prime settimane di gennaio. (Investire Oggi)

Per adattarsi ai continui cambiamenti, la tecnologia si è sicuramente dimostrata un grande alleato. Per molti lavoratori italiani, infatti, questa li ha aiutati ad adattarsi alla nuova routine. (Vanity Fair Italia)

La classifica 2022 dei lavori in ascesa rivela le 25 professioni in più rapida crescita negli ultimi cinque anni, in un lasso di tempo che va da gennaio 2017 a luglio 2021. Infrastructure architect. Che cosa fa: L’infrastructure architect si occupa di progettare e implementare sistemi informatici a supporto delle infrastrutture aziendali. (Avvenire)

Secondo una nuova ricerca di LinkedIn, questa maggiore fiducia in se stessi e nelle proprie capacità sta spingendo il desiderio degli italiani di cambiare lavoro, più della metà (54%) degli intervistati sta considerando un cambiamento già nell’anno in corso Mercato del lavoro in Italia visto da Linkedin: le aziende sono sempre più impegnate a creare una cultura aziendale e i lavoratori sono sempre più fiduciosi nelle proprie capacità. (Nicola Porro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr