Vaccini, in Sicilia solo il 2 per cento ha detto sì alla terza dose

Giornale di Sicilia INTERNO

Gli over 50 anni che non hanno ricevuto nessuna dose di vaccino sono il 13,9% (media Italia 9,1), il tasso di copertura vaccinale delle terze dosi è pari a 1,9% (media Italia 5,1%)

In Sicilia la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 66,7% (media italiana 73,3).

Da aggiungere un ulteriore 4,5% (media Italia 4,1) solo con prima dose.

È uno dei dati resi noti dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe con analisi su andamento epidemia, forniture e somministrazioni vaccini, coperture, efficacia dei vaccini, terza dose e green pass. (Giornale di Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Nella giornata del 12 ottobre 2021 a Parma e provincia sono state vaccinate in totale contro il Coronavirus 1.358 persone, di cui 1.356 nei centri e ambulatori vaccinali delle due Aziende sanitarie a Parma e provincia; 2 dai medici di medicina generale. (ParmaToday)

pic.twitter.com/vo0wEJHSFD — FNOMCeO (@FNOMCeO) October 12, 2021. Condividi I medici sospesi perchè non vaccinati salgono a 1264 – “Sono attualmente 1.264 in Italia i medici sospesi per non essersi ancora vaccinati” contro Covid-19. (Imola Oggi)

E quindi secondo questo schema:. Ultima dose > Terza dose. Marzo e Aprile 2021 > Ottobre 2021. Maggio 2021 > Novembre 2021. Giugno 2021 > Dicembre 2021. Luglio 2021 > Gennaio 2022. Agosto 2021 > Febbraio 2022. (TGR – Rai)

Tra i vaccinati in extremis: “Lo faccio per lavorare, però così è un ricatto”

Stretta sui No Vax, Green Pass obbligatorio dal 15 ottobre per tutti i lavoratori. Sarà la svolta per sconfiggere il virus? (La Repubblica)

E la Romania? Nel merito, solo la Romania si mantiene distante da questa posizione, con il 72% dei medici intervistati che dichiara di essere contrario alla vaccinazione obbligatoria, sia per il personale sanitario che nella popolazione generale. (LA NAZIONE)

Solo per questo immagino che non vogliano farci fuori con il vaccino anti Covid: l’obbligo di Green pass per lavorare però è un ricatto che sancisce la fine di ogni residua libertà». Per ragioni economiche infine cede: nessuno però accetta di condannare chi in queste ore attacca una nazione che per salvarsi prova a difendersi (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr