USA, contromisura di Biden al cyber attacco contro il super oleodotto

Euronews Italiano ECONOMIA

La società fa capo a cinque dei principali gruppi oil presenti nel Paese, tra i quali Shell e Koch Industries.

Gli indizi al momento porterebbero a una cyber gang conosciuta con il nome di 'Darkside'.

L’Amministrazione Biden sta mettendo a punto un piano per rinforzare le difese digitali dei gestori di elettricità, acqua, telecomunicazioni.

Il caso della Colonial Pipeline dimostra quanto sia acuta la vulnerabilità delle grandi reti del Paese

Tuttavia l’incidente potrebbe trasformarsi in una crisi molto grave, se lo stop delle forniture dovesse continuare per altri giorni. (Euronews Italiano)

Ne parlano anche altri giornali

Intanto l’ex presidente Usa Donald Trump attacca “debolezza” del suo successore Joe Biden. “Quando ero in carica eravamo chiamati la Presidenza della Pace, perché gli avversari di Israele sapevano che gli Stati Uniti erano con forza dalla parte di Israele e ci sarebbero state rapide rappresaglie se Israele fosse stato attaccato”, ha affermato Trump. (Reportage online)

Ci si domanda, quindi, se l’intenzione di Biden fosse quella di preannunciare uno scontro con il suo rivale Trump, nel caso quest’ultimo volesse ricandidarsi. Ciò vorrebbe dire che potremmo assistere ad una nuova campagna elettorale “infuocata”, visto ciò che è accaduto in occasione dall’elezione di Biden. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

La riedizione di «intifada» in corso in queste ore nel cuore di Gerusalemme è la classica cartina di tornasole per i rapporti tra Washington e lo Stato ebraico. Dopo la sconfitta elettorale di Trump e l'insediamento del suo successore democratico Joe Biden, però, la musica è cambiata. (Notizie - MSN Italia)

Appuntamento giovedì 13 maggio alle ore 21.00 sulla pagina Facebook della Libreria Il Mosaico di Tirano. L'ascesa al potere di Biden negli USA sembra poter portare qualche elemento di novità nel complesso contesto mediorientale. (Intorno Tirano)

E lo stesso vale per alci, lupi e caribou e tutte le specie che abitano l’Arctic National Wildlife Refuge, 78 mila metri quadrati (un quarto della superficie dell’Italia), considerata l’ultima zona selvaggia del continente nord americano Sono diventate il loro nuovo rifugio, da quando il cambiamento climatico li ha costretti a sfuggire allo scioglimento dei ghiacci e trovare riparo sulla terraferma. (La Repubblica)

Nel suo discorso al Congresso convocato a Camere riunite ha preso le distanze dalle grandi imprese e ha elogiato il ceto medio nel quale comprende anche i lavoratori meno qualificati: «Non ho niente contro Wall Street, ma questo Paese è stato costruito dal ceto medio. (Avanti!)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr