Il fronte del porto degli "irriducibili" di Trieste. "Battaglia di libertà, pronti a restare a oltranza"

Il fronte del porto degli irriducibili di Trieste. Battaglia di libertà, pronti a restare a oltranza
ilGiornale.it INTERNO

La questura ha chiesto 300 uomini di rinforzo del reparto mobile, ma sarà dura intervenire se i portuali mobiliteranno i 15mila No Pass triestini come sbarramento umano.

«La gente come noi non molla mai» sono le parole d'ordine dei portuali di Trieste, che domani vogliono bloccare lo scalo giuliano a oltranza contro il green pass.

«Riteniamo doveroso avvertire che non siamo in vendita» è l'introduzione di Puzzer al comunicato che respinge «green pass e tamponi». (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altre fonti

I terminalisti: «L’incertezza fa fuggire navi e merci». «Rischiamo di bruciare quindici anni di lavoro e di sviluppo se non verrà disinnescato questo cortocircuito tra istituzioni e cittadini», è il grido d’allarme condiviso dal mondo dell’economia e da quello della scienza, in una Trieste scossa da quella che si annuncia come una «catastrofe», dice Sergio Razeto, ex numero degli industriali giuliani (Il Piccolo)

"Questa non è una battaglia per difendere lavoro e libertà dei portuali di Trieste. Noi lottiamo per tutti i lavoratori italiani, a cui con il pretesto del Green pass si sta dando l'ultimo calcio nel culo. (La Repubblica)

«Troppe cose non sono chiare in questa vicenda e non si capisce la ragione dell’obbligatorietà del Green pass a un mese dalla fine della pandemia» Poi aggiunge: «speriamo che il segnale arrivi in Europa, speriamo che l’Europa faccia togliere questo Green pass». (Avvenire)

Green pass sul lavoro, il governo: le aziende dei porti paghino i tamponi ai dipendenti

Io non sono no vax, sono vaccinato ma sono contro questo provvedimento discriminatorio" (La7)

Sono le parole del portavoce dei portuali di Trieste, Stefano Puzzer , che all'Huffington Post ha annunciato il blocco in vista dell'entrata in vigore dell'obbligo del Green pass per l'accesso al lavoro, prevista venerdì. (Gazzetta del Sud)

Il ministero dell’interno ha emanato una circolare con «Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro del lavoro con il green pass». La circolare raccomanda alle autorità portuali «di sollecitare le stesse imprese affinché valutino di mettere a disposizione del personale sprovvisto di green pass test molecolari antigenici rapidi gratuiti» (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr