Le mani dell'ndrangheta brianzola sugli alberghi in Liguria: 4 arresti

Gazzetta del Sud - Edizione Calabria Gazzetta del Sud - Edizione Calabria (Interno)

I clan, in una logica ormai consolidata, provavano ad entrare nell’economia della zona prima con le estorsioni e poi prestando somme di denaro a tassi altissimi.

E’ quanto ha smascherato l’operazione della Dda di Milano, condotta dalla polizia postale, che ha portato all’arresto di 4 persone.

In particolare, l’attività investigativa, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Torino, ha consentito di smantellare un’organizzazione di stampo mafioso 'ndranghetistico stabile nella provincia di Cuneo (Gazzetta del Sud - Edizione Calabria)

Su altre testate

Nel milanese, in particolare, la rete di vendita della cocaina (che veniva conservata in un garage di Concorezzo), approvvigionava gli spacciatori nei comuni di Sesto San Giovanni e Milano, fornendo profitti settimanali rilevanti ai quattro pusher. (MilanoToday.it)

Con l'accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso e usura, quattro persone sono state arrestate dalla polizia in esecuzione di un'ordinanza del gip di Milano. Tra loro c'è Alfonso Pio, 52 anni e figlio di Domenico, boss del clan della 'ndrangheta di Desio (Monza). (LaC news24)

Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (MilanoToday.it)

Le minacce di Pio a un dipendente dell'hotel: Ti taglio la testa. In un'altra intercettazione telefonica, si ascolta Alfonso Pio minacciare un dipendente dell'Hotel del Golfo di Finale Ligure, in provincia di Savona: "Stronzo parla piano. (Milano Fanpage.it)

Il 9 luglio 2019, ha avuto inizio il processo Barbarossa, focalizzato sulla presunta attività di una ‘locale’ della ‘ndrangheta tra Costigliole d’Asti, Asti e Alba. (Cuneo24)

Effettuate una trentina di perquisizioni. 'ndrangheta, indagine a Torino: tra gli indagati carabinieri e agenti polizia penitenziaria. Condividi. La Squadra Mobile di Torino e il Nucleo Investigativo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo hanno sgominato un sodalizio di stampo mafioso 'ndranghetistico stabile nella provincia di Cuneo. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr