Giustizia: Mattarella, 'interpretazione legge non può essere arbitrio né esercizio intellettuale'

Giustizia: Mattarella, 'interpretazione legge non può essere arbitrio né esercizio intellettuale'
LiberoQuotidiano.it INTERNO

Interpretazione, infatti, non può voler dire né arbitrio né, tanto meno, una mera esercitazione intellettuale: è sempre la norma -correttamente inserita nella cornice valoriale delineata in Costituzione- a dover perimetrare -ha concluso Mattarella- l'ambito di riferimento della giurisdizione per l'affermazione del diritto e della giustizia"

Al giudice compete trovare soluzioni ancorate al diritto positivo e, al contempo, correttamente declinate in ragione della loro incidenza sull'intera società". (LiberoQuotidiano.it)

Ne parlano anche altre fonti

In questa direzione deve muovere anche la riforma del Csm, non più rinviabile". L'attività del Csm, sin dal momento della composizione, deve mirare a valorizzare le indiscusse professionalità su cui la magistratura può contare, senza farsi condizionare dalle appartenenze e dedicando particolare attenzione anche alla promozione della parità di genere". (LiberoQuotidiano.it)

24 novembre 2021 a. a. a. Scandicci (Fi, 24 nov. Il coraggio del cambiamento -ha concluso Mattarella- è la sfida di fronte a cui si trova il nostro Paese, magistratura inclusa" (LiberoQuotidiano.it)

«A novembre spero possa essere discussa e votata dall’aula», aveva detto il vice presidente del Csm David Ermini a proposito della riforma. Si tratterà di una riforma che sosterrà il “bisogno di rinascita” della magistratura, dopo gli scandali che l’hanno investita. (Il Riformista)

Mattarella ai nuovi magistrati: applicate la legge senza arbitrio

L'istituzione dell'Ufficio per il processo porterà una grande trasformazione nel modo di organizzare e condurre il lavoro giudiziario. Se così non fosse, ne risulterebbero conseguenze assai gravi per l'ordine sociale e nocumento per l'assetto democratico del Paese. (Rai News)

Non si può accettare il rischio di doverne indire le elezioni con vecchie regole e con sistemi ritenuti da ogni parte come insostenibili“, cioè quella legge elettorale a collegio unico nazionale che incoraggia le spartizioni tra correnti. (Il Fatto Quotidiano)

Il Csm, «deve garantire le migliori soluzioni per il funzionamento, valorizzando le professionalità senza farsi condizionare dalle appartenenze» Il senso profondo che deve caratterizzare ogni presa di posizione dei magistrati e quello di un'etica della professione». (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr