San Severo, morto l'operaio ferito nella fabbrica di fuochi esplosa: 2 anni fa stessa sorte toccò al fratello

San Severo, morto l'operaio ferito nella fabbrica di fuochi esplosa: 2 anni fa stessa sorte toccò al fratello
Il Messaggero Il Messaggero (Interno)

L'episodio era avvenuto in uno stabilimento di San Severo, in provincia di Foggia.

Nella stesso luogo, in cui in circostanze simili era morto il fratello, appena due anni fa.

Una tragedia che per la famiglia Del Vicario si aggiunge a quella di due anni fa, quando in seguito a un incendio divampato nella stessa fabbrica era molto anche il fratello Cosimo.

La notizia riportata su altri giornali

Lo ha scritto ieri sera sui social il sindaco di San Severo Francesco Miglio a seguito all’incendio divampato nel pomeriggio nella fabbrica di fuochi d’artificio “Del Vicario” che si trova in via Macello Vecchio. (StatoQuotidiano.it)

E' ricoverato in prognosi riservata il 43enne Luciano Del Vicario, uno dei titolari della fabbrica di fuochi pirotecnici coinvolto nell'esplosione avvenuta ieri pomeriggio nell'azienda di famiglia alla periferia di San Severo (TGR – Rai)

Dopo l’incidente, era stato trasferito al Centro grandi ustionati di Cesena dove è deceduto. Nel 2018 era morto il fratello Cosimo, anche quest’ultimo in seguito ad un rogo nella fabbrica di famiglia. (l'Immediato)

Si ricorda che, lo scorso 21 maggio 2018, era deceduto il 36enne Cosimo del Vicario, anch’egli rimasto gravemente ferito in seguito ad un’esplosione avvenuta, il 28 aprile dello stesso anno, presso l’azienda di famiglia alla periferia di San Severo in direzione San Marco in Lamis (StatoQuotidiano.it)

Le indagini sono affidate ai carabinieri che dovranno accertare le cause che hanno scatenato l’incendio. Sul posto stanno operando alcune squadre dei vigili del fuoco di Foggia per domare le fiamme e mettere in sicurezza l’intera area. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo. Dopo l’incidente, il secondo che ha coinvolto la fabbrica in poco più di un anno (nel 2018 era morto il fratello Cosimo) è stato soccorso e subito trasferito al Centro grandi ustionati di Cesena, dove è deceduto. (Borderline24 - Il giornale di Bari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr