Voghera, un video mostra la vittima che dà un pugno all’assessore

Voghera, un video mostra la vittima che dà un pugno all’assessore
LaPresse INTERNO

Nell’inquadratura si vede l’assessore cadere a terra ma non mostrano invece il momento in cui Adriatici estrae l’arma e apre il fuocvo contro il 39enne.

L’inquadratura mostra quella che gli inquirenti hanno definito “un aggressione a freddo”, senza apparenti ragioni, avvenuta dopo un breve scambio di battute tra il marocchino e l’assessore.

Subito dopo si vede Adriatici rialzarsi e recuperare il cellulare ma nell’inquadratura non compare più la vittima

Da quanto si è saputo da fonti giudiziarie, le immagini riprese da una telecamera di sorveglianza mostrano il 39enne marocchino raggiungere alle spalle l’assessore e sferrargli un pugno su un orecchio, facendolo cadere a terra. (LaPresse)

Ne parlano anche altri giornali

Nelle immagini, invece, non si vede il momento in cui Adriatici impugna l’arma dalla quale è partito il colpo Nelle immagini si vede il 39enne che si avvicina ad Adriatici mentre questi parla al telefono e colpirlo con un pugno al volto. (Yahoo Notizie)

Un caso ormai destinato ad andare oltre la cronaca, quello dell'assessore leghista alla Sicurezza Massimo Adriatici che nella tarda serata di martedì, 20 luglio 2021, a Voghera ha sparato in piazza Meardi, uccidendo un immigrato, il 39enne marocchino Youns El Boussetaoui. (Prima Pavia)

Uomo ucciso in piazza a Voghera, terminato l’interrogatorio dell’assessore Adriatici È terminato dopo quasi tre ore, al tribunale di Pavia, l’interrogatorio dell’assessore di Voghera Massimo Adriatici, agli arresti domiciliari per l’uccisione del 39enne Youns El Boussettaoui. (Fanpage.it)

Sparatoria Voghera, l’assessore Adriatici si difende: “Non so come sia partito il colpo”

Adriatici è accusato di eccesso colposo di. legittima difesa per l'uccisione di un giovane marocchino, avvenuta martedì sera con un colpo di pistola in piazza (TG La7)

Voghera (Pavia) - Non è "solo" legittima difesa. Diverso dalla "vera" legittima difesa, che in quanto legittima non è appunto un reato. (IL GIORNO)

Emergono dettagli delle dichiarazioni rilasciate nella mattinata di oggi, venerdì 23 maggio, dall'assessore Massimo Adriatici durante l'interrogatorio di garanzia dal giudice per le indagini preliminari che deve ora convalidare o meno il fermo e confermare o revocare gli arresti domiciliari. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr