Stop alla vendita di auto benzina e diesel: perché l’Italia dice no all’Europa

Stop alla vendita di auto benzina e diesel: perché l’Italia dice no all’Europa
Autoblog.it ECONOMIA

Le implicazioni sulla filiera automotive (che, lo ricordiamo, incide per oltre il 10% sul PIL nazionale) sarebbero, secondo Giancarlo Giorgetti, troppo gravi

Tradotto: l’Italia non concorda con Bruxelles che vorrebbe un bando definitivo alla vendita di autovetture con motori endotermici entro il 2035.

Piuttosto: è bene puntare ad una revisione dei punti-chiave di programma comunitario, in modo da aiutare una transizione ecologica in maniera virtuosa. (Autoblog.it)

Su altre fonti

"Alla luce del nuovo pacchetto climatico della Ue denominato Fit for 55, tengo a precisare che, per quanto gli obiettivi della transizione siano fondamentali, al contempo va considerata l’alta vocazione industriale italiana e le caratteristiche manifatturiere del nostro sistema produttivo, che rischia di essere il più esposto rispetto a quelli dei grandi competitori industriali europei”, ha risposto Giorgetti a una richiesta di fare il punto sulla situazione. (Automoto.it)

Difatti, secondo quanto dichiarato dal Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti in occasione del recente Question Time alla Camera, l’Italia dice no agli obiettivi proposti dal piano Fit For 55 in tema di vetture. (ClubAlfa.it)

Si stimano almeno 60.000 esuberi entro il 2035, ovvero la fatidica data dello stop alla vendita di auto termiche. Per questo motivo il Governo italiano intende procedere per gradi, tanto da non sottoscrivere l’accordo della COP26 sulle auto elettriche (NEWSAUTO)

L’Italia dice no allo stop di auto diesel e benzina

Il documento finale della conferenza dedicata alla lotta al cambiamento climatico ha avuto diverse pieghe polemiche e l’attenzione si è concentrata su Cina, India ma anche gli Stati Uniti. Lo ha detto al question time il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti che è intervenuto sulla specifica posizione italiana nel Cop26 rispondendo a un quesito che gli è stato posto alla Camera. (Tiburno.tv)

FIT FOR 55, FONDAMENTALE MA RISCHIOSO. “Alla luce del nuovo pacchetto climatico della Ue denominato Fit for 55, tengo a precisare che, per quanto gli obiettivi della transizione siano fondamentali. Leggi Anche: Fit for 55, il ruolo del noleggio e delle flotte aziendali. (Fleet Magazine)

Questo significa che al momento l’Italia non si trova nelle condizioni socioeconomiche adatte per potere dire addio definitivamente ai motori diesel e benzina entro il 2035. L’Italia invece vorrebbe analizzare i punti del programma comunitario, per arrivare a compiere una transizione ecologica virtuosa. (Virgilio Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr