Contagi, un'altra lite tra Zangrillo e Galli "Pronto soccorso vuoto". "Non è virologo"

Contagi, un'altra lite tra Zangrillo e Galli Pronto soccorso vuoto. Non è virologo
ilGiornale.it INTERNO

E questi sono per esempio la tipologia di pazienti che giungono in Pronto soccorso: quando vedi che le forme gravi sono drasticamente diminuite, inizi a sperare che le cose vadano meglio».

Il professor Zangrillo fa egregiamente il rianimatore, ma meno l'epidemiologo o il virologo, e ha un altro approccio

Lo sta osservando in questi giorni e ieri lo ha scritto in un tweet: «Cari signori giornalisti, questa mattina il Pronto soccorso Covid del San Raffaele è vuoto. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Molte persone hanno speso like e commenti positivi per il medico, ma sono arrivati anche tantissimi commenti negativi. Le parole del medico non sono passate inosservate, ma sono arrivati sia commenti positivi che commenti negativi. (Yahoo Notizie)

Scintille tra Zangrillo e Galli: dura replica dopo il tweet(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images). Un tweet di Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano, ha scatenato una risposta durissima da parte del professor Massimo Galli, responsabile di Malattie infettive dell'ospedale Sacco del capoluogo lombardo. (Yahoo Notizie)

Zangrillo-Galli, scontro su pronto soccorso vuoto: le loro parole Botta e risposta tra Alberto Zangrillo e Massimo Galli sul pronto soccorso Covid del San Raffaele vuoto. Nuova polemica nel mondo degli esperti di Covid-19 in Italia: ad accendere la miccia è stato un tweet pubblicato da Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano. (Virgilio Notizie)

Galli: "Zangrillo? Non fa il virologo"

Lo ha detto a Sky TG24 Massimo Galli, direttore Malattie infettive dell’Ospedale Sacco, ospite di ‘Timeline’ commentando il tweet di Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano: "Pronto soccorso S. Raffaele vuoto, vaccini e cure fanno la differenza". (Adnkronos)

Parola di Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano. “Fondamentale è proprio la collaborazione strettissima, il colloquio quotidiano fra medico di medicina generale e struttura ospedaliera (Il Primato Nazionale)

L’infettivologo, ospite di Timeline su Sky Tg24 ha risposto all’anestesista che questa mattina ha scritto un messaggio positivo su Facebook. Nuova polemica tra Alberto Zangrillo, primario di Anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano, e il collega Massimo Galli, direttore delle Malattie infettive dell’ospedale Sacco. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr