F1, Bottas vince in Turchia: i sospetti della Red Bull sulla Mercedes, nuovo terremoto

F1, Bottas vince in Turchia: i sospetti della Red Bull sulla Mercedes, nuovo terremoto
Altri dettagli:
Liberoquotidiano.it SPORT

Ma rimane il dubbio sulla Mercedes, che ha invece aggiornato tutto il motore a inizio anno e non dovrebbe essere in grado di migliorare così di netto le prestazioni.

A Istanbul, Hamilton ha avuto un vantaggio enorme nonostante l’alto carico aerodinamico e noi ci siamo fatti delle domande, chiedendo anche alla Federazione di dare un’occhiata”.

Una guerra sul filo di nervi, tra due team che stanno lottando punto a punto per la vittoria nelle classifiche Piloti (Hamilton vs Verstappen) e Costruttori

Horner “sorpreso” dalla Mercedes - “Ultimamente hanno fatto dei significativi passi in avanti – ha spiegato Horner dopo la gara in Turchia – sul piano della velocità di punta in rettilineo. (Liberoquotidiano.it)

La notizia riportata su altri media

l Team Principal della Red Bull "perplesso" sull'incremento della velocità di punta della Mercedes di Hamilton nel Gran Premio della Turchia. Solo l'ennesimo episodio della "war of words" che da qualche mese ormai mette a confronto lo stesso Horner e Toto Wolff? (Sport Mediaset)

Ieri sono stati i Bibitari a manifestare perplessità sulla legalità delle recenti modifiche apportate al motore della Mercedes. L’episodio può essere ricondotto alla guerra di nervi che ormai da mesi condiziona i duellanti. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Sono arrivati a ruota a ruota ed è stato costretto anche a passare oltre il dissuasore della corsia box. La Formula 1 è qui (F1-News.eu)

Formula 1, Red Bull all'attacco: "La velocità della Mercedes è sospetta"

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore non protagonista nella notte delle. stelle (che sia tale lo sperano soprattutto dalle parti di Stoccarda! di. STEFANO GATTI. Valtteri Bottas o Sergio Perez? (Sport Mediaset)

“Lo ha spinto – dice Marko riferendosi al tentativo di ‘carica’ di Hamilton su Perez -, e sembrava che volesse mandarlo direttamente in pit lane. Il loro atteggiamento ci ha permesso di non perdere tempo quando si trattava di fare le strategie” (OA Sport)

I numeri. I dati raccolti da Red Bull, e che destano enorme preoccupazione in vista di un accesissimo rush finale, riferiscono di una differenza nella velocità di punta di 15-20 chilometri orari: “Non abbiamo strumenti per avvicinare una velocità di punta simile – è l’attacco del team principal degli austriaci, Chris Horner – e se nella prima parte di stagione, con un alettone posteriore più scarico, potevamo avvicinarci, adesso è impossibile. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr