Gela a un passo dalla zona rossa

lasiciliaweb | Notizie di Sicilia INTERNO

Per l’Asp, affinché l’allarme rientri prima che sia troppo tardi, è necessaria la proclamazione della zona rossa, con tutte le misure restrittive che ne derivano”

Attualmente (fino al 21 luglio) sono già in zona rossa anche i comuni di Mazzarino e Riesi, sempre nel Nisseno, e Piazza Armerina in provincia di Enna.

Il governatore Nello Musumeci ha formato l’ordinanza, che sarà in vigore da domenica a venerdì prossimi. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Ne parlano anche altri giornali

Per l’Asp, affinché l’allarme rientri prima che sia troppo tardi, è necessaria la proclamazione della zona rossa, con tutte le misure restrittive che ne derivano”. 16 Luglio 2021 16:26. Gela ha ricevuto poche ore fa la comunicazione dell’Asp di Caltanissetta a seguito dell’aumento dei casi degli ultimi giorni: è a un passo da una nuova zona rossa. (Stretto web)

Due Vescovi: Mons. Mario Russotto, a presiedere la celebrazione in cui veniva consacrato il Vescovo della sua Diocesi Mons. Questa Diocesi giovane, la più giovane delle Chiese di Sicilia, è una Diocesi del Concilio Vaticano II, è una Diocesi di santi: santi sacerdoti, santi laici, sante religiose. (il Fatto Nisseno)

Gela è ad un passo da una nuova zona rossa e la proclamazione potrebbe essere questione di ore. In questi giorni il sindaco Lucio Greco aveva fatto numerosi appelli a non assembrarsi anche in occasione delle partite della nazionale di calcio. (Itaca Notizie)

Nelle prossime ore il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, istituirà la quarta zona rossa nell’Isola, dopo quelle di Mazzarino e Riesi, sempre in provincia di Caltanissetta, e Piazza Armerina (Enna) Anche Gela torna in zona rossa. (ragusah24.it)

MeteoWeb. Gela, comune siciliano di 72 mila abitanti, sarà dichiarato “zona rossa” nelle prossime ore da un’apposita ordinanza del governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, che nei giorni scorsi ha già disposto lo stesso provvedimento per i comuni di Mazzarino (11 mila abitanti) e Riesi (11 mila abitanti). (MeteoWeb)

La sedicenne era con altri studenti, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro. Secondo una prima ricostruzione degli agenti della squadra volante e della polizia scientifica, la giovane si sarebbe allontanata, con altri compagni di classe, eludendo la sorveglianza degli insegnanti: uscita sul tetto e avvicinatasi ad un parapetto, sporgendosi, avrebbe perso l’equilibrio, forse per un cedimento dello stesso parapetto (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr