Pensioni, più 2% da ottobre. Bollette, fino al 31 ottobre bloccati i cambi contratto delle aziende

Pensioni, più 2% da ottobre. Bollette, fino al 31 ottobre bloccati i cambi contratto delle aziende
Più informazioni:
Blitz quotidiano INTERNO

La platea coinvolta dalla decontribuzione di 0,8 punti è quella già prevista dalla legge di bilancio: i redditi fino a 35mila euro.

Taglio cuneo fiscale, un punto fino a 35mila euro. Il taglio del cuneo si amplia di un punto.

E un anticipo di tre mesi della rivalutazione delle pensioni, con gli assegni che aumenteranno del 2% a partire da ottobre.

Rivalutazione del 2% delle pensioni a partire da ottobre. (Blitz quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

Roma, 3 ago. (askanews) – In arrivo in Consiglio dei ministri, probabilmente domani pomeriggio, il nuovo decreto aiuti che conterrà le ultime misure per far fronte all’impatto dell’inflazione prima delle elezioni del 25 settembre. (Agenzia askanews)

Anche se ha assicurato che sarà un’intervento «sufficiente» fino a quando le condizioni di contesto torneranno a una relativa normalità. E allora ecco che spunta nel Decreto lo stop, anche retroattivo, alle modifiche unilaterali dei contratti fino al 31 ottobre. (ilmessaggero.it)

Per il Segretario confederale della Cisl, “si apre un ragionamento importante sul cuneo, con un taglio di 1 punto che va nell’ottica della strutturalità. Questo è un decreto che sta nel perimetro di quanto ci era stato preannunciato a Palazzo Chigi”. (Il Sussidiario.net)

DL "Aiuti bis", Confagricoltura: primi segnali

I 200 euro spetteranno anche ai lavoratori dello sport (ad erogarli sarà Sport e Salute). Arrivano altri 101 milioni per il bonus trasporti, che passa da 79 a180 milioni di euro per l’anno 2022 (LaPresse)

I benefit aziendali. Nel nuovo decreto aiuti, inoltre, rientra anche il raddoppio della quota esentasse per i cosiddetti "fringe benefit". Le novità sul bonus 200 euro, il bonus psicologo e il bonus trasporti. (Today.it)

Per Confagricoltura la misura è un primo segnale, al quale, tuttavia, dovrà necessariamente seguire una pianificazione per affrontare in modo strutturato l’emergenza siccità sul territorio nazionale. (La Provincia di Cremona e Crema)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr