Attentato in Congo, indagato dalla procura di Roma un funzionario del Pam

Attentato in Congo, indagato dalla procura di Roma un funzionario del Pam
Approfondimenti:
infodifesa.it INTERNO

Entrambi però rimasero uccisi

C’è una prima persona indagata in relazione all’omicidio dell’ambasciatore Luca Attanasio e del carabiniere Vittorio Iacovacci, entrambi uccisi in un agguato da parte di un gruppo armato che voleva sequestrarli lo scorso 22 febbraio nella Repubblica Democratica del Congo.

La sua iscrizione sul registro indagati da parte del procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco è avvenuta dopo l’audizione del funzionario nelle scorse settimane. (infodifesa.it)

Su altre fonti

L’uomo, cittadino congolese e responsabile della sicurezza della spedizione, è accusato di omesse cautele. (Il Fatto Quotidiano)

Ambasciatore Attanasio ucciso, indagato funzionario congolese del World Food Programme di Andrea Ossino. Trascorsi oltre tre mesi dalla morte del diplomatico italiano e del carabiniere che lo scortava, Vittorio Iacovacci, che ha cercato di proteggere l'ambasciatore con il suo corpo, la procura di Roma ha iscritto un primo nome nel registro degli indagati (La Repubblica)

Il diplomatico italiano era in viaggio per visitare un programma di distribuzione di cibo nelle scuole dell'agenzia dell'Onu Aspetto, quest'ultimo, che però non vede ancora nessun indagato. (Fanpage.it)

L'omicidio di Attanasio in Congo: indagato funzionario Onu per omesse cautele

La risposta (riferita dal carabiniere ucciso al collega) fu che gli avrebbero fatto sapere cosa si riusciva a organizzare Al loro posto c’erano Attanasio e Iacovacci. (Corriere della Sera)

Inoltre, secondo un’indagine di due giornalisti della Reuters, Hereward Holland e Djaffar Al Katanty, gli aggressori non hanno mai mostrato di essere consapevoli dell’identità dell’ambasciatore Attanasio. (Africa Express)

L'indagato, cittadino congolese, era il responsabile della sicurezza del convoglio sul quale viaggiavano Attanasio e Iacovacci. L'iscrizione, effettuata dal procuratore Michele Prestipino e del sostituto Sergio Colaiocco, è avvenuta dopo l'audizione del funzionario. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr