Mistero Deltacron, forse un errore in laboratorio

Mistero Deltacron, forse un errore in laboratorio
Adnkronos INTERNO

"Da un punto di vista della biologia strutturale virale - evidenzia - non c'è nessun motivo di pensare che queste due sub-varianti di Omicron siano più patogeniche della Omicron 'originale'"

"Deltacron sembra essere un artefatto di laboratorio, come spiegato da diversi virologi (veri) nelle ultime 48 ore", scrive in un approfondimento tecnico su quelle che definisce "le varianti 'sorelle' di Omicron", la BA. (Adnkronos)

La notizia riportata su altri giornali

Accedi Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito. Tra questi, sono stati identificati due casi di co-infezione da varianti Delta e Omicron. (Il Mattino di Padova)

Il più delle volte si tratta di semplici errori di sequenziamento, che non sono rari nel momento in cui diverse decine di campioni vengono analizzate in parallelo È questo il sospetto che con sempre con più insistenza circola nella comunità scientifica. (Tiscali.it)

Sono stati individuati per la prima volta in Veneto due casi di soggetti contagiati sia dalla variante Omicron che Delta. Non si tratterebbe però di una nuova mutazione virale bensì della presenza di entrambe nella stessa persona. (la VOCE del TRENTINO)

Padova, due pazienti coinfettati da varianti Delta e Omicron

A lui si unisce il biologo Enrico Bucci, secondo sui i ricercatori ciprioti che nei giorni scorsi hanno lanciato l’allerta Deltacron “hanno ritirato le sequenze che avevano depositato, perché vi è necessità di ulteriori accertamenti”. (Fanpage.it)

E oggi arriva la conferma di Bucci: Deltacron in realtà non esiste. La notizia era stata ripresa da tanti giornali italiani, che avevano utilizzato toni allarmistici per parlare di una possibilità che necessitava ancora di conferme e accertamenti. (MeteoWeb)

In ogni caso, visto che si tratta di soli due casi, non sarebbe possibile affermare nulla o formulare inferenza statistica Sono quindi due i pazienti coinfettati da varianti Delta e Omicron. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr