Arrivano le vacanze e il prezzo della benzina sale

Arrivano le vacanze e il prezzo della benzina sale
Corriere del Ticino ECONOMIA

Mentre si avvicinano le vacanze estive salgono i prezzi dei carburanti in Italia.

Il confronto prezzi tra Svizzera e Italia ci dice che un automobilista italiano attraversando il confine può arrivare a risparmiare anche più di 9 euro su 50 litri di benzina.

Le differenze tra i due Paesi, a dipendenza del tipo di carburante, oscillano tra gli 11 e i 23 centesimi circa a favore della Confederazione

Secondo i dati settimanali del Ministero dello sviluppo economico, elaborati sulla media dell’ultima settimana, la benzina in modalità è arrivata a 1,6 euro al litro, il diesel è invece a 1,5 euro. (Corriere del Ticino)

La notizia riportata su altri media

Ecco cosa sapere. Non si ferma l’aumento del prezzo della benzina, che prosegue in modo ormai quasi intinterrotto da mesi. (AutoMotoriNews)

Il prezzo del gasolio si attesta invece a 1,45 euro al litro, in aumento del 9,57% su base settimanale. Per quanto riguarda la prima causa, con l’allentamento delle restrizioni ci si sposta di più e quindi, di conseguenza serve più carburante. (Consumatore.com)

– Osservatorio Nazionale Federconsumatori, il prezzo della benzina dovrebbe attestarsi almeno 12 centesimi al di sotto di quello attuale. In base ai dati settimanali forniti dal Ministero dello Sviluppo economico, nell’ultima settimana la benzina arrivata quasi ad 1,6 euro al litro. (News Mondo)

Benzina, prezzi alle stelle: verde a 1,6 euro, il massimo dal 2019. «Stangata da 267 euro l'anno»

La benzina ‘self’ è arrivata oramai a 1,60 euro circa, mentre il gasolio viaggia intorno a 1,458 euro. Riscoprirte le passeggiate e usate l’auto soltanto quando davvero non se ne può fare a meno (InvestireOggi.it)

“Si è approfittato di uno dei pochissimi ponti di quest’anno per far salire ancor di più il prezzo dei carburanti. Benzina, prezzi ai massimi da due anni: le reazioni delle associazioni dei consumatori. (QuiFinanza)

«L'andamento al rialzo dei carburanti provoca una maggiore spesa annua, solo per i rifornimenti, pari a +267 euro a famiglia, ma le conseguenze potrebbero essere ben peggiori. Codacons: stangata di 267 euro l'anno. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr