Concordia 10 anni dopo, il racconto di De Falco: "Avevo mandato i soccorsi, ma Schettino era già a terra"

Concordia 10 anni dopo, il racconto di De Falco: Avevo mandato i soccorsi, ma Schettino era già a terra
Per saperne di più:
Virgilio Notizie CULTURA E SPETTACOLO

Concordia 10 anni dopo, il racconto di De Falco: la telefonata con Schettino. “Perché lo invito a tornarci” spiega nell’intervista all’Ansa, De Falco, parlando del famoso “Salga a bordo c….”.

Concordia 10 anni dopo, il racconto di De Falco: la sua testimonianza. Ora senatore del gruppo misto, fu lui che attivò e coordinò i soccorsi, ordinando al comandate della nave Francesco Schettino di risalire a bordo, in quella celebre telefonata diventata uno dei simboli della tragedia. (Virgilio Notizie)

Ne parlano anche altre testate

Domnica Cemortan, dalle accuse alla nuova vita. Soprannominata dai giornali la “dama nera”, Domnica Cemortan all’epoca del naufragio all’Isola del Giglio aveva 25 anni ed era una ballerina. Domnica Cemortan, l’impegno per il sociale. (Virgilio Notizie)

'Il mondo addosso' è suddivisa in 10 puntate di circa 50 minuti ciascuna Molti hanno scoperto che la Concordia sarebbe passata davanti al Giglio quella sera da Facebook. (AGI - Agenzia Italia)

Ivana Codoni, una delle superstiti della tragedia della Costa Concordia, ha ripercorso il dramma di dieci anni fa a “Oggi è un altro giorno”, trasmissione di Rai Uno condotta da Serena Bortone. Emanuela Rolando, moglie Angelo Infanti/ La relazione con Daniela Bonotti mamma di Rossella Infanti. (Il Sussidiario.net)

Concordia, il medico salito sul relitto: "Scenario terribile"

Il comando di bordo, a quel punto, ammette che la nave era in distress. Sono passati 10 anni da quell'evento tragico che portò la nave ad accasciarsi su uno scoglio dell'isola del Giglio dopo aver urtato una roccia sott'acqua per uno scellerato inchino quasi a riva. (Liberoquotidiano.it)

La silhouette della Concordia semiaffondata diventa il simbolo anche della sofferenza dell’Isola del Giglio, attanagliata dall’incubo dei danni ambientali e di immagine La procura di Grosseto apre subito un’inchiesta ed il comandante Schettino viene fermato e, poco dopo, tornerà in libertà: per lui le principali accuse sono naufragio ed omicidio colposo plurimo. (Giornale di Sicilia)

Furgani salì sulla nave una sola notte, quella del viaggio verso Genova, pronto ad assistere gli operatori che stavano trasportando il relitto in caso di necessità, e descrive lo scenario terribile di fronte al quale si è trovato: "C'erano vestiti, scarpe e altri indumenti ancora in giro per il relitto, ricordo un corridoio con ciabatte o scarpe delle persone, mi ha colpito molto proprio per questo aspetto, immaginavi le persone che correvano per mettersi in salvo. (Primocanale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr