"Morta una anziana signora che…". Gassmann nella bufera per il tweet sulla regina

ilGiornale.it ESTERI

Gran Bretagna in lutto per la morte della regina Elisabetta II. Un evento che ha scosso la comunità internazionale e che entrerà nella storia per diversi motivi. I rappresentanti delle istituzioni italiane hanno manifestato vicinanza alla famiglia reale, stesso discorso per molti volti del mondo della cultura e dello spettacolo. Leggermente diverso, invece, il messaggio dell’attore Alessandro Gassmann (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altre testate

La morte della Regina Elisabetta II ha scosso il mondo, che vede un volto nuovo sul trono d’Inghilterra dopo 70 anni. Clicca sul video qui sotto per vedere il ricordo di Linus a Deejay Chiama Italia, il programma che conduce con Nicola Savino ogni giorno feriale dalle 10 alle 12 su Radio DEEJAY. (Radio Deejay)

Regina Elisabetta, via all'operazione Unicorn: dalla Scozia a Londra, le tappe dei dieci giorni di lutto Un nuovo annuncio, che spiegherà cosa accadrà in futuro, verrà emesso una volta osservato il periodo di lutto successivo alla morte della regina. (ilmattino.it)

La Commissione Europea ha deciso di issare le bandiere europee a mezz’asta di fronte al Berlaymont, l’edificio centrale dove ha sede l’istituzione, il giorno dopo la morte della più longeva regina d’Inghilterra. (Il Fatto Quotidiano)

Ed è scoppiata la polemica social. È morta oggi una anziana signora che mi stava simpatica, ha fatto una vita bellissima e piena di responsabilità, vivendo in castelli e spostandosi a volte in carrozza. (ilmessaggero.it)

pic.twitter.com/mDTn2Nj1UB — Manchester City (@ManCity) September 8, 2022. Premier League, City, Liverpool e Crystal Palace donano il cibo ordinato a dei senzatetto. Niente calcio giocato in Inghilterra quindi, ma questo stop forzato ha spinto alcuni club della Premier ad attuare importanti iniziative benefiche nei confronti dei più bisognosi e delle persone più fragili (Calcio In Pillole)

Divenuta un’icona della cultura pop anche grazie alla propria longevità – tanto che secondo il Washington Post, 9 persone 10 che attualmente vivono nel mondo sono nate dopo la sua incoronazione – nei giorni della sua commemorazione non dobbiamo però dimenticare che, pur avendo incarnato un impegno profondo e sincero nei confronti dei suoi doveri, la sua figura ha rappresentato negli anni a cavallo tra le epoche, emblema della monarchia e dell’impero colonialista britannico. (The Vision)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr