“Vado a discutere la tesi” e invece si toglie la vita a 25 anni | Un altro dramma all’Università

“Vado a discutere la tesi” e invece si toglie la vita a 25 anni | Un altro dramma all’Università
L'Occhio di Napoli INTERNO

Iscritto alla triennale, aveva sostenuto meno di dieci esami e aveva raccontato ai familiari che avrebbe dovuto discutere la sua tesi di laurea.

La città di Napoli è ancora sotto shock per il suicidio avvenuto all’Università Federico II in via Porta di Massa nella mattinata di ieri, lunedì 19 luglio.

È vero ci siamo allontanati, abbiamo preso strade diverse ma mai una discussione mai un litigio

Napoli, suicidio all’Università Federico II: morto ragazzo di 25 anni. (L'Occhio di Napoli)

Ne parlano anche altri giornali

Dramma a Porta di Massa, nei pressi della facoltà di Lettere e Filosofia. Infatti qui un ragazzo di 25 anni è morto lanciandosi nel vuoto. (Vesuvius.it)

La salma è stata sequestrata ed è stata disposta l’autopsia L’ipotesi del suicidio sembra essere quella prevalente nelle valutazioni dei carabinieri i quali, tuttavia, non escludono altre ipotesi. (anteprima24.it)

Stamattina si è verificata una tragedia alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Federico II. Antonio C. è caduto nel vuoto nella sede di in via Porta di Massa a Napoli. (Internapoli)

Tragedia all'Università: studente cade nel vuoto e muore sul colpo

Secondo il quotidiano Il Mattino di Napoli dietro al suicidio potrebbe esserci l‘aver mentito sul numero di esami dati dallo studente. L’accaduto del giovane ha sconvolto il Napoletano, provocando profondo dolore agli amici di una vita e ai familiari. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Lo si apprende dai carabinieri che stanno indagando sulla vicenda. Un ragazzo di 25 anni è deceduto all'interno della Facoltà di Lettere dell'Università Federico II di Napoli, in via Porta di Massa. (La Repubblica)

A trovarlo all'interno del cortile di Lettere una guardia giurata, che ha chiamato i soccorsi. Il gesto dovrebbe essere stato spontaneo, ma sul posto ci sono i carabinieri e non vengono escluse altre ipotesi. (NapoliToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr