Situazione covid: pochi vaccini, rallentano i contagi ma terapie intensive a rischio

Situazione covid: pochi vaccini, rallentano i contagi ma terapie intensive a rischio
IL GIORNO ECONOMIA

In lieve calo anche i decessi (2.868 vs 3.000), i casi attualmente positivi (555.705 vs 562.832) e le persone in isolamento domiciliare (522.625 vs 529.885).

In 10 Regioni, infine, l’aumento dei casi attualmente positivi attesta inequivocabilmente che il calo dei nuovi casi e’ ancora esiguo

Sostanzialmente stabili i ricoveri con sintomi (29.337 vs 29.231) e le terapie intensive (3.743 vs 3.716).

Se a livello nazionale la variazione percentuale dei nuovi casi e i casi attualmente positivi sono in calo, la variazione percentuale dei nuovi casi cresce in 4 Regioni, in particolare in Sicilia e Sardegna dove l’incremento supera il 50%. (IL GIORNO)

Se ne è parlato anche su altre testate

Rispetto alla settimana precedente, la Fondazione registra una diminuzione dei nuovi casi, passati da 141.396 a 125.695 (-11,1%) da legare in parte “alla netta riduzione dell’attività di testing” nei giorni delle festività pasquali. (Il Fatto Quotidiano)

La percentuale di popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 5,4% (Media Italia 6%); la percentuale di over80 che ha completato il ciclo vaccinale è parti al 32,2% (Media Italia 36,8%); la percentuale di popolazione 7079 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 1,8% (Media Italia 2,2%). (RagusaNews)

In 10 Regioni, infine, l’aumento dei casi attualmente positivi attesta inequivocabilmente che il calo dei nuovi casi è ancora esiguo.“La lentezza con cui scendono i nuovi casi – afferma, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione GIMBE – insieme alla limitata copertura vaccinale dei soggetti più fragili non permettono di ridurre la pressione sugli ospedali, dove la situazione rimane critica». (Quotidiano Sanità)

Coronavirus, Gimbe: continua il calo dei contagi, ma a Pasqua crollati tamponi e vaccini

Oltre la soglia di saturazione, nello stesso periodo di tempo, i posti letto in area medica occupati al 47% della capacità, da pazienti affetti da Covid-19. Lo rileva il monitoraggio settimanale elaborato dalla Fondazione Gimbe attraverso l’analisi legata ai parametri dell’andamento dell’epidemia, delle forniture e della somministrazioni dei vaccini. (Cosenza Channel)

In grave ritardo la protezione di anziani e fragili: ciclo vaccinale completo solo per il 36,8% degli over 80 e per il 2,2% della fascia 70-79 anni, nessuna rendicontazione pubblica sulle persone estremamente vulnerabili. (Giornale di Puglia)

La curva dei contagi scende per la terza settimana consecutiva, a fronte però di una netta diminuzione dei tamponi dovuta alle festività pasquali. Numeri in discesa a livello generale, anche se sono 4 le Regioni dove la percentuale dei nuovi casi cresce, in Sicilia e Sardegna supera il 50%. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr