Incentivi Ecobonus: i 65 milioni per auto elettriche e ibride plug-in finiti in poco più di 24 ore

La Gazzetta dello Sport ECONOMIA

Analogamente, le ibride plug-in aumentano rispettivamente di 2.500 e 1.500 euro.

Per le auto M1 con emissioni comprese tra 21 e 60 g/km (ibride plug-in), l’incentivo previsto valeva fino a 6.500 con rottamazione o fino a 3.500 senza.

Nessun rifinanziamento ma solo un’operazione contabile che ha cancellato l’Extrabonus riducendo l’incentivo di 2.000 euro (con rottamazione) e di 1.000 (senza rottamazione). (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri giornali

Secondo: dagli incentivi statali. Auto elettrica: spesa grossa da affrontare. L’11% dei campione a livello mondiale è disposto a sborsare il 25% in più per comprare una BEV. (ClubAlfa.it)

Il progetto fa parte del protocollo d’intesa fra Hera e il Comune di Cervia per la “Realizzazione di una rete di ricarica per la mobilità elettrica nel comune di Cervia” che comprende complessivamente l’installazione di 10 colonnine nel periodo 2019-2021. (ravennanotizie.it)

scriviti alle nostre Newsletter, tutte le novità del mondo auto e non solo! "In Edicola", la newsletter di presentazione del numero in uscita in edicola con anteprime e approfondimenti (1 invio/mese). (Quattroruote)

5 milioni di euro, infine, sono destinati all’acquisto di veicoli di categoria M1 usati con emissioni comprese tra 0-160 g/km CO2 di euro sono invece destinati a sostenere l’acquisto o il leasing di veicoli commerciali di categoria N1 nuovi di fabbrica o autoveicoli speciali di categoria M1 nuovi di fabbrica. (Vaielettrico.it)

Il contatore degli incentivi per le auto elettriche e plug-in sul sito del Mise si è di nuovo azzerato. La grande corsa. Dati alla mano, considerando una media di 3.500 euro per auto, bruciare 65 milioni vuol dire quasi 19.000 elettriche o plug-in incentivate in un giorno. (Motor1 Italia)

87 della legge di Stabilità regionale 2021 e detta le regole pratiche per avvalersi di questa importante opportunità. Ok al decreto attuativo. Il via libera arriva adesso con il decreto attuativo firmato alcuni giorni fa dall’assessore regionale ai Trasporti, che dà seguito all’art. (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr