Allarme dosi per under 60: ecco cosa cambierà dopo la decisione su AstraZeneca. Decisive le fiale di Johnson & Johnson

La Stampa ECONOMIA

Ad analizzare per la Stampa.it come cambierà adesso il piano vaccinale è il professor Roberto Cauda, direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive del Policlinico Gemelli.

Sono le conseguenze immediate della decisione di limitare in Italia l’uso di AstraZeneca a chi ha più di 60 anni.

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Su altri media

Il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) ha infine dichiarato di essere a conoscenza delle segnalazioni sul vaccino J&J, ma non consiglia al momento la sospensione del farmaco La nostra analisi dei dati informerà la potenziale necessità di un’azione normativa». (Il Sussidiario.net)

Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a ‘Porta a Porta’ su Rai1 Roma, 13 apr. (LaPresse)

Arriva in Italia il nuovo vaccino monodose Johnson & Johnson. Il vaccino è stato stato approvato dall’Agenzia europea del farmaco (Ema) l’11 marzo scorso e dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) il giorno 12 dello stesso mese (torinonews24.it)

Vaccini, le dosi J&J per concludere con gli over80

È il quarto vaccino disponibile nel nostro paese dopo Pfizer, Moderna e AstraZeneca. Non necessita di un richiamo perchè è monodose; può essere conservato in frigo senza congelamento, caratteristica che lo rende idoneo ad una somministrazione in farmacia; va bene dai 18 anni in su (ragusah24.it)

“Nessun pub si aspetta di trarre profitto dalla riapertura all’aperto e molti subiranno una perdita”, afferma Emma McClarkin, amministratrice delegata della British Beer & Pub Association, secondo la quale circa 2.500 pub hanno chiuso definitivamente nel 2020. (LaPresse)

Con il richiamo è stato immunizzato il 38,79% dei 4.593.574 totali mentre il 68,20% ha ricevuto la prima dose. E va proprio in questa direzione l’ordinanza firmata da Figliuolo: al primo posto nell’ordine delle priorità ci sono gli over 80. (Quotidiano di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr