Regionali toscane, Giani e Ceccardi fanno a gara di insulti

Regionali toscane, Giani e Ceccardi fanno a gara di insulti
Il Manifesto Il Manifesto (Interno)

La registrazione è gratuita e ti consente la lettura di n. 3 articoli ogni 7 giorni. Non hai ancora un account?

Registrati. Accedi tramite la tua email: Per favore, correggere i seguenti errori di input: dummy Email * Password * Ricordami Entra Non ricordi la tua login e/o la password?

recuperali.

La notizia riportata su altre testate

Io sono per parlare, per fare vedere che non siamo né brutti, né cattivi, né fascisti, né razzisti, né invotabili». L'ex sindaco leghista di Cascina confida sul fatto che «questo buco rosso, come si vede nelle cartine dei sondaggisti, possa piano piano cambiare colore. (LA NAZIONE)

Prima il centrodestra non era visto come un’alternativa credibile e tanti mi hanno detto di aver votato Pd alle regionali e il centrodestra alle politiche. "Davide contro Golia, questa è la sfida, ma ricordatevi che quella volta vinse Davide" dice apparecchiando l’assalto. (LA NAZIONE)

"Non solo un infermiere licenziato perché sospettato di aver criticato la sanità toscana al Tg2 - dice - Mi giunge notizia che perfino un primario è stato deferito perché aveva osato chiedere tamponi all’ospedale Versilia. (Corriere di Siena)

La frase incriminata è quella di un passaggio dell'intervista, in cui sottolinea: "il mio avversario è Salvini che si porta dietro al guinzaglio una candidata", riferendosi all'avversaria Susanna Ceccardi. (LA NAZIONE)

Nicola Porro dà una medaglia a Feltri: dopo 51 anni, l'eroico gesto di ribellione. Un’uscita davvero infelice, che viene analizzata con lucidità da Nicola Porro nella sua zuppa quotidiana: “Se questa cosa l’avessero detta a qualcuno di sinistra, la Murgia ci avrebbe preso a borsettate, ci avrebbe fatto un mazzo così. (Liberoquotidiano.it)

Il libro viene pubblicato su ferma volontà di Edoardo Perazzi, nipote ed erede universale di Oriana Fallaci, il quale ha seguito precise disposizioni riguardo alle pubblicazioni. La morte. Da tempo sofferente di un male incurabile, Oriana Fallaci è scomparsa a Firenze all’età di 77 anni, il 15 settembre 2006. (FirenzeToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr