Milano, un gioco finito male dietro la morte di Isac Beriani: a piedi di notte in tangenziale, è stato travol…

La Repubblica INTERNO

La polizia stradale, che sta conducendo le indagini coordinate dal pm, sta sentendo persone e effettuando la ricostruzione di quanto è accaduto.

Il giovane è stato scaraventato a diversi metri di distanza e potrebbe essere stato travolto anche da altri veicoli.

Al vaglio di inquirenti e investigatori c'è anche l'ipotesi che dietro la tragedia ci sia un gioco, una sfida di coraggio, finita male

Dalle prime testimonianze raccolte, prima di incamminarsi su quel tratto di strada, il giovane sarebbe stato in compagnia di alcune persone, probabilmente amici. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

È l'ipotesi più accreditata dagli investigatori della Polizia stradale, coordinati dal pm Francesco De Tommasi, per spiegare la morte di Isac Djanel Beriani, 20enne italo-algerino. Sul corpo del 20enne sarà eseguita l'autopsia per vedere se fosse sotto effetto di sostanze alcoliche o droghe (LaC news24)

Isac Beriani è morto mentre faceva movimenti simili a flessioni sulla Tangenziale Est di Milano. Chi era il ragazzo morto. Isac, italiano e con origini algerine, viveva a Milano, dove aveva frequentato l'istituto superiore Ettore Molinari di via Crescenzago (Fanpage.it)

Ci sarebbe quindi anche l'ipotesi di una prova di coraggio dietro la morte di Isac Djanel Beriani, italo-algerino di 20 anni morto in ospedale domenica notte dopo essere stato travolto alle 3.20 da una vettura sulla tangenziale Est di Milano (il Giornale)

A far propendere poi gli inquirenti verso l'ipotesi del gioco finito male c'è anche il fatto che quando è stato travolto il 20enne si trovava quasi al centro della carreggiata, come se stesse attraversando Perché il giovane si trovava lì? (Today)

Travolto da un'auto, indagati gli amici per omissione di soccorso. I cinque giovani che erano in macchina con Isac Djanel Beriani, il 20enne travolto da un'auto e morto domenica notte nella Tangenziale est di Milano, sono indagati per omissione di soccorso. (Il Messaggero)

Quando si è rialzato, è stato centrato da un’auto guidata da un coetaneo ora indagato per omicidio stradale. Un elemento che ha confermato i racconti di alcuni automobilisti che avevano segnalato poco prima la presenza di un gruppo di giovani in strada. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr