Primi ottantenni vaccinati a Sciacca, un momento di grande felicita’ per gli anziani

Primi ottantenni vaccinati a Sciacca, un momento di grande felicita’ per gli anziani
Risoluto SALUTE

C’è felicita’ e tanta gioia nei volti degli anziani che questa mattina hanno ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid-19.

Non c’è dubbio per chi questa mattina e’ qui, tra i primi a partire dalla classe 1940 chiamati alla somministrazione del vaccino: occhi che sprigionano speranza e un punto di vista sul futuro assai più consapevole e interessante rispetto al pensiero bevero di chi pensa che gli anziani non abbiano ancora tanto da dare…

I volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa supportano tutti nella compilazione delle schede anagrafiche e delle pratiche del consenso. (Risoluto)

Ne parlano anche altri giornali

I soggetti all’attenzione […] Prima le mascherine, poi i tamponi rapidi. (Il Fatto Quotidiano)

Allo stato attuale l’indicazione per questa categoria target di popolazione prevede l’offerta del vaccino di Astrazeneca. È un mio personale impegno preso con le Famiglie e gli Operatori Scolastici, al di là di ogni polemica pseudopolitica. (CatanzaroInforma)

È lo stesso sindaco di Calangianus Fabio Albieri ad annunciare la novità. Ho confermato al dottor Logias la massima disponibilità dell’amministrazione comunale di Calangianus a collaborare per l’organizzazione della operazioni di vaccinazione, assicurando locali idonei, e sensibilizzando la popolazione dell’importanza di effettuare il vaccino” (Gallura Oggi)

Vaccino anti-Covid, ottanta anziani in ospedale per la somministrazione delle dosi

Noi vogliamo che ogni decisione venga condivisa con lo Stato ma chiediamo di fare presto - ha continuato l'assessore Razza -. Giornate come quella di oggi ci aprono alla speranza in un momento molto significativo - ha dichiarato l'assessore Razza -. (AgrigentoNotizie)

“La revisione sistematica dei dati pubblicati dimostra come il diabete mellito sia associato ad un rischio doppio di progressione ed outcome sfavorevole di malattia nei pazienti affetti da Covid-19”, sottolinea Grimaldi. (La Repubblica)

Alle 11 di questa mattina erano cinquanta gli anziani ultraottantenni, con il vaccino anti-Covid già somministrato dai medici dell’ospedale “Vittorio Emanuele”. Ci sono anche alcuni novantenni (quotidianodigela.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr