Covid, Zaia: «Buona stagione aiuta, ma non significa via libera ad assembramenti»

Covid, Zaia: «Buona stagione aiuta, ma non significa via libera ad assembramenti»
VeronaSera INTERNO

Se non riusciamo a mantenere il ritmo di 45mila dosi al giorno, apriremo le prenotazioni anche alla fascia di età 50-59»

Oggi, 3 maggio, in compagnia dell'assessore alla sanità Manuela Lanzarin, il presidente della Regione Luca Zaia ha fatto un nuovo aggiornamento sulla situazione relativa al Covid-19 in Veneto.

Quindi questa settimana daremo fondo al magazzino, ma dobbiamo accantonare un po' di vaccini di AstraZeneca per le seconde dosi. (VeronaSera)

La notizia riportata su altre testate

Così il presidente della Regione Luca Zaia chiude la sua relazione alla commissione Sanità del Consiglio regionale, intervenendo in apertura dei lavori, con l'intenzione di lasciare poi spazio ai tecnici per fare, come chiesto dalle opposizioni, chiarezza su quanto avvenuto durante la seconda ondata in Veneto (VeneziaToday)

Cifre che fanno ammettere al governatore Luca Zaia quanto «l’infezione sia in calo, da giorni, ma non in un modo così importante soprattutto nelle terapie intensive». Calano i nuovi casi quotidiani in Veneto dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 364 contagi, dato tendenzialmente più basso per effetto del weekend. (Open)

Il presidente Zaia ha ripercorso le tappe del Covid in Veneto: “Il 31 gennaio 2020 è nata la task force, che avrebbe dovuto decidere che fare se fosse arrivato il virus”. Dalla zona rossa di Vo’ ai tamponi rapidi, dall’acquisto dei respiratori alle decisioni difficili, prese in attimo nel bel mezzo della tempesta Covid. (la Nuova di Venezia)

In Veneto 364 nuovi casi e 4 decessi. Zaia: «Il calo c’è ma è troppo lento sui malati gravi: non basterà l’estate per evitare la mascherina»

Zaia ha spiegato che i contagi sono in calo e così pure la curva dei ricoveri, un calo però non troppo evidente per cui, riferisce il presidente, occorre stare in guardia. Procede anche la campagna vaccinale e Zaia fa appello alla classe dei sessantenni di prenotarsi, se l'adesione non sarà alta, si procederà ad aprire le prenotazioni in anticipo sulla classe 50-59. (L'Arena)

Hanno annunciato la proposta di istituire una commissione di inchiesta “sull’aumento in Veneto dei contagi e dei decessi”, da ottobre 2020 a marzo 2021. In vista dell’audizione del governatore Luca Zaia in Commissione Sanità per spiegare la gestione sanitaria della Regione durante la seconda ondata, le minoranze sono andate all’attacco del presidente leghista. (Il Fatto Quotidiano)

Il governatore favorevole alla richiesta delle opposizioni: “Anzi, mi pare il minimo dopo il dibattito che si aperto”. VENEZIA. Leggi anche In autunno quasi 5mila morti in più e l’80 per cento ha oltre 70 anni. (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr