Tragedia della follia armata a Brooklyn con l’assalitore immediatamente arrestato dalla polizia

Tragedia della follia armata a Brooklyn con l’assalitore immediatamente arrestato dalla polizia
Approfondimenti:
Yahoo Notizie ESTERI

La madre dell’aggressore e la chiamata. Dal canto suo il giovane impiegato di McDonald’s vittima dell’aggressione armata è ricoverato in ospedale in coma.

Leggo spiega malinconicamente che a New York, come in tutti gli Stati Uniti, “ogni anno migliaia di persone muoiono a causa delle armi.

Patatine fredde, spara al dipendente. Il 20enne è arrivato nel locale, ha aggredito il cameriere e gli ha detto di uscire fuori, poi ha estratto una pistola e gli ha sparato al collo. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altre testate

In quel momento ha tirato fuori la pistola e gli ha sparato al collo. Quest'anno - stando ai dati del New York Police Department, citati dall'Ansa - sono già 988 le persone uccise in sparatorie (Liberoquotidiano.it)

Tutto è cominciato quando la madre del ventenne si è arrabbiata perché le patatine che le erano state servite erano fredde, a suo giudizio, e ha cominciato a inveire contro gli impiegati del fast food. (Today.it)

Anche a New York, come in tutti gli Stati Uniti, ogni anno migliaia di persone muoiono a causa delle armi. Accade a Brooklyn, New York, dove l'impiegato, un 23enne, è ricoverato in ospedale in coma: il giovane che ha sparato è stato arrestato dalla polizia per tentato omicidio, ed è stata fermata anche la sua ragazza, una 18enne. (leggo.it)

Le patatine sono fredde, spara e ferisce gravemente un impiegato del McDonald's

Quest'anno sono già 988 le persone uccise in sparatorie, secondo i dati del New York Police Department Lo riporta il New York Post. (l'Adige)

Accade a Brooklyn, New York, dove l'impiegato, un 23enne, è ricoverato in ospedale in coma: il giovane che ha sparato è stato arrestato dalla polizia per tentato omicidio, ed è stata fermata anche la sua ragazza, una 18enne. (ilmattino.it)

Le patatine sono fredde e lui spara all’impiegato del McDonald's. Tutto è cominciato quando la madre del 20enne si è arrabbiata perché le patatine che le erano state portate erano fredde e ha cominciato a urlare agli impiegati del fast food. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr