Tragedia a Prato, 22enne muore trascinata da un rullo. La rabbia dei colleghi: "Inconcepibile"

Tragedia a Prato, 22enne muore trascinata da un rullo. La rabbia dei colleghi: Inconcepibile
Tiscali Notizie INTERNO

Lo scrivono in un comunicato Cgil, Cisl e Uil e Filctem, Femca Uiltec di Prato che aggiungono.

Intrappolata in un macchinario e trascinata da un rullo. Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario, un orditoio, dopo essere stata trascinata dal rullo.

L'ira dei sindacati e dei colleghi: "Inconcepibile morire così". "E' inconcepibile continuare a morire sul lavoro. (Tiscali Notizie)

Se ne è parlato anche su altri media

È stata aperta un’inchiesta sulla morte di Luana D’Orazio, la giovane rimasta uccisa in un incidente in un’azienda tessile a Montemurlo. Incidente a Montemurlo: Luana morta schiacciata da un rullo (L'Occhio)

L'ipotesi degli investigatori della polizia giudiziaria - gli accertamenti sono condotti con i tecnici della Asl - è che Luana D'Orazio sia stata stritolata dall'orditoio perché sarebbe stata rimossa la saracinesca protettiva, cioè il meccanismo destinato a prevenire gli infortuni. (Adnkronos)

"Luana era bella, buona e umile. Aveva tanta voglia di lavorare per costruirsi un futuro perché era fidanzata da due anni". (Video - La Stampa)

22 anni, appena diventata mamma. Chi era Luana, la ragazza morta sul lavoro a Prato

Adesso la procura di Prato avrebbe aperto un'inchiesta sulla sua morte ed iscritto due persone nel registro degli indagati. Luana così ha visto il suo spazio in una ditta tessile affermata, a Oste di Montemurlo, ed ha scelto di fare l'operaia. (Tiscali Notizie)

O perché la sua giovanile freschezza l'aveva portata ad una comparsata nel film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni. Per certo la morte di Luana D'Orazio, finita dentro gli ingranaggi di un orditoio, sta (Il Manifesto)

Era diventata mamma da poco e lavorava in una fabbrica tessile a Montemurlo, nella provincia di Prato. Come spesso succede in questi casi, i profili social di Luana sono diventati una camera ardente virtuale, in cui chi passa lascia un commento (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr