Suicidio assistito in Italia, Mario: «Ho fatto una rivoluzione stando fermo in un letto»

Suicidio assistito in Italia, Mario: «Ho fatto una rivoluzione stando fermo in un letto»
Corriere della Sera INTERNO

Mario non ha mai avuto dubbi: il Comitato etico non poteva negare che lui avesse i requisiti per accedere al suicidio assistito.

Ma adesso tutti i suoi pensieri sono per questa «rivoluzione», così la chiama, «che sono riuscito a fare stando fermo.

Mi ha chiesto che intenzioni avessi per il futuro e gli ho risposto: finché riesco vado avanti, poi faccio di tutto per avere il suicidio assistito in Italia, se non riesco vado in Svizzera (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre fonti

Audio trasmesso in esclusiva durante il congresso dell’Ami (associazione matrimonialisti) presieduta da Gian Ettore Gassani, in corso a Roma Il nuovo audio di Mario, nome di fantasia, tetraplegico da 11 anni che ha ottenuto il via libera al suicidio medicalmente assistito in Italia: «Hanno capito che non raccontavo bugie». (Corriere TV)

Anche la non approvazione del decreto Zan viene chiamata in causa da Massini in una sorta di pout pourri che mischia tutto ma non certo a casaccio E già questo dovrebbe destare qualche dubbio, se è vero come è vero che la libertà ha un senso nell’orizzonte della vita e non in quello della morte. (Nicola Porro)

La vicenda della persona che chiamiamo Mario e che ha deciso di morire, è stata ulteriormente oggetto di commenti, che vanno oltre le attestazioni di umana solidarietà. (La Stampa)

Fine vita, la guerra di Mario contro chi ostacola il suo suicidio assistito

Ecco le condizioni del. FINE VITA Suicidio assistito, da Welby a Eluana fino a dj Fabo: tutti i. ITALIA Suicidio assistito, primo sì in Italia: i 4 parametri che Lo comunica l'Associazione Luca Coscioni. (Il Messaggero)

Sulla sofferenza vorrei dire: noi cristiani non siamo "doloristi" di professione ma consapevoli che vita senza dolore non c’è. Il problema da risolvere è: questa benedetta vita, questo dono irripetibile e splendido che abbiamo, quali caratteristiche ha? (Avvenire.it)

L’Associazione Coscioni, che segue il suo caso, aveva indicato al Comitato etico sia le modalità sia il farmaco. Il Comitato etico che si è occupato di lui ha deciso — è la prima volta in Italia — che ha i requisiti per accedere al suicidio assistito stabiliti dalla Corte Costituzionale nel 2019. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr