Scontri a un presidio di lavoratori licenziati dalla Fedex-Tnt fuori da una ditta di logistica nel Lodigiano:…

La Repubblica INTERNO

Molto lo spavento tra i residenti delle abitazioni vicine alla zona svegliati tra l'1 e l'1,30 dalle urla.

La vertenza è già stata oggetto d'interpellanze parlamentari, ma i fatti 'lodigiani' aprono una nuova pagina nello scontro sindacato-azienda.

Sono in corso le indagini della procura di Lodi per chiarire la dinamica degli scontri e valutare eventuali denunce a carico dei partecipanti

L'uomo ha riportato una ferita aperta sul cranio, è stato trasportato all'ospedale San Matteo di Pavia e da lì dimesso con una prognosi di 15 giorni. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Secondo le prime ricostruzioni, un gruppo di lavoratori licenziati dalla ditta di logistica Fed Ex Tnt di Piacenza è confluito nel lodigiano dove era in corso un altro presidio di lavoratori. Il bilancio degli scontri, all’arrivo del 118, è stato comunque pesante con nove persone ferite per una delle quali si è reso necessario il ricovero al Policlinico di Pavia in seguito a un trauma facciale grave (Cityrumors Milano)

Violenti scontri, stanotte, in una logistica di via Orecchia, a Tavazzano con Villavesco, nel Lodigiano, nel corso di un presidio organizzato da lavoratori licenziati da un’altra ditta di logistica di Piacenza. (gazzettadimilano.it)

Secondo le forze dell'ordine, presenti sul posto durante gli scontri, a fronteggiarsi sarebbero stati i dipendenti dell'azienda Fedex di Piacenza e alcuni dipendenti licenziati da tempo che stavano facendo un presidio di protesta. (Prima Lodi)

Nella notte, diversi manifestanti Si Cobas si sono scontrati con altri manifestanti a Tavazzano, in provincia di Lodi, nei pressi della ditta Zampieri. (Panorama)

Secondo i lavoratori che avevano aderito al presidio si tratterebbe di guardie private mandate "dal padrone", non di dipendenti Secondo le forze dell'ordine, presenti sul posto durante gli scontri, a fronteggiarsi sarebbero stati i dipendenti dell'azienda Fedex di Piacenza e alcuni dipendenti licenziati da tempo che stavano facendo un presidio di protesta. (Prima Pavia)

“Già in passato avevamo già lanciato l’allarme e lo ribadiamo ancora – sottolinea Marcelo AMENDOLA – quello che per noi è un concetto fondamentale in questa fase di lotta: all’offensiva dei padroni si deve rispondere con la solidarietà di classe. (gazzettadimilano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr