Aielli e la Street Art nei percorsi del patrimonio culturale abruzzese selezionati dalla Fondazione Genti d'Abruzzo

Terre Marsicane INTERNO

Un lavoro di divulgazione che accompagnerà la prossima riapertura, sempre per appuntamento e nel rispetto delle regole anticovid, dei musei.

Abbiamo quindi deciso di continuare a lavorare utilizzando le possibilità offerte dal web.

Per info e prenotazioni è possibile contattare la segreteria didattica della Fondazione Genti d’Abruzzo con mail a [email protected] o chiamando il numero 393 9374212, il mercoledì ed il venerdì dalle 9.30 alle 12.30. (Terre Marsicane)

Su altri giornali

Le buone condizioni meteorologiche di oggi hanno permesso ai soccorritori di raggiungere in elicottero la quota di ricerca nella Valle Majelama del Monte Velino per proseguire le ricerche dei dispersi. (MarsicaLive)

Il mezzo battipista è stato sganciato in una zona montana, isolata e lontana da qualsiasi infrastruttura, senza causare danni di alcun genere. Questa mattina una squadra di Vigili del fuoco ha raggiunto la zona effettuando una verifica più approfondita delle condizioni di sicurezza della posizione del mezzo e dell’intorno dell’area, riscontrando che non sussistono pericoli di instabilità. (MarsicaWeb)

ore 8.00 -Proseguono le ricerche dei quattro escursionisti di Avezzano, dispersi da una settimana sul Monte Velino. Durante il volo verso la zona delle ricerche i piloti hanno dovuto procedere allo sgancio dei cavi. (Zonalocale Abruzzo)

Al momento sono state interrotte le ricerche dei 4 dispersi sul Monte Velino, a causa del maltempo e della scarsa visibilità che impedisce agli elicotteri di decollare e alle squadre di terra di proseguire le attività di ricerca a Valle Majelama. (Onda Tv)

Anche Nina Palmieri, giornalista e volto noto della trasmissione Mediaset “Le Iene”, ha voluto dedicare un pensiero e una preghiera per i quattro ragazzi. Dispersi sul Velino, Palmieri (Le Iene): Sei la nostra montagna, fa’ che tornino a casa. (MarsicaLive)

Ecco la storia di Elio. Magliano de’ Marsi. “Grazie per ciò che state facendo”, la Marsica si stringe attorno ai soccorritori. (MarsicaLive)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr