Covid, preoccupa la situazione delle terapie intensive: la mappa regione per regione

QuiFinanza SALUTE

Il problema principale, guardando indietro a quello che è successo nel mese di marzo, rimane sicuramente quello del sovraccarico delle terapie intensive.

Come riportano i dati del bollettino del ministero della Salute del 16 ottobre, nel nostro paese attualmente sono 638 le terapie intensive occupate.

Tenendo conto invece del tasso di saturazione delle terapie intensive, quella messa peggio è la Campania (15% contro il 9/10% del resto di Italia). (QuiFinanza)

Su altri giornali

Prima dell’emergenza Covid, la dotazione complessiva di posti letto in terapia intensiva in Abruzzo era pari a 123. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, che ricostruisce il quadro sia dei posti letto già attivati, sia di quelli programmati e in fase di attivazione. (Info Media News)

Anche rispetto all’impiego dei ventilatori polmonari, l'Emilia-Romagna fa sapere di non averli lasciati inutilizzati: «al contrario ha usato il 100% della strumentazione ricevuta dal Commissario». (Gazzetta di Parma)

In tutto gli attualmente positivi sono 21.625 nella regione. Rispetto a un giorno fa, salgono anche i ricoverati in altri reparti positivi al Covid19: sono 943, 109 in più. (La Sicilia)

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 55 decessi, che portano il totale a 36.427 dall’inizio dell’emergenza sanitaria nel nostro paese. I pazienti ricoverati sono 638, con un incremento di 52 unità nelle ultime 24 ore. (Zazoom Blog)

Spesso si sentono commenti come: "Ovvio, più tamponi si fanno più positivi ci sono". Ma di fronte all'aumento esponenziale delle terapie intensive vi è poco da commentare. (Logos News)

Per fare un confronto sensato basta guar… - SaCe86 : Terapie intensive 'sparite' e test Che cosa non sta funzionando - (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr