Affollamento treni tra Liguria e Piemonte, l'assessore Gabusi: "Stiamo aspettando il parere del Comitato tecnico scientifico per eliminare il distanziamento a bordo dei treni"

Affollamento treni tra Liguria e Piemonte, l'assessore Gabusi: Stiamo aspettando il parere del Comitato tecnico scientifico per eliminare il distanziamento a bordo dei treni
TargatoCn.it TargatoCn.it (Interno)

Sulla questione i Presidenti del Piemonte e della Liguria si sono confrontati in queste ore per superare l’impasse che crea differenziazioni che non dovrebbero esserci tra regioni confinanti".

Sulla questione del sovraffollamento dei treni tra Piemonte e Liguria che si sono verificati in questi giorni, l'assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi è intervenuto con una nota stampa in cui afferma di essere in attesa del riscontro del Comitato tecnico scientifico piemontese per eliminare il distanziamento fisico a bordo dei treni, una disposizione che permetterebbe di ridurre la problematica.

La notizia riportata su altri media

Sul tema è intervenuto anche il presidente di Regione Alberto Cirio che, assieme all'assessore ai trasporti Gabusi, ha indirizzato una lettera ad Autostrade per l'Italia. In questo senso, le segnalazioni che ci giungono richiamano anche ad una migliore informazione nei confronti degli utenti delle autostrade. (Unione Monregalese)

Con tutti gli annessi e i connessi che ciò comporta su una maggioranza regionale numericamente forte, ma operativamente iper fragile. Forza Italia è sì in stato comatoso, ma i sondaggi la accreditano pur sempre di un 7/8% : non è dunque escluso che un pensiero all’eredità del Capo sia stato fatto. (TargatoCn.it)

“Le code – si legge nella lettera -, per la maggior parte dovute i lavori in corso sulle carreggiate, stanno creando notevoli difficoltà ai tanti cittadini che dalla nostra regione si stanno spostando verso la riviera ligure. (TargatoCn.it)

E anche in Trentino (Province di Trento e Bolzano) hanno annunciato che elimineranno il distanziamento. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, non ha aspettato nessun parere: e venerdì ha firmato l’ordinanza che ha cancellato i limiti di capienza sui mezzi di trasporto (bus, treni regionali ne vaporetto), venendo incontro alle proteste dei pendolari. (Corriere della Sera)

Il governatore piemontese è intervenuto ai microfoni anche sulla questione del sovraffollamento dei treni dei mare, in particolare sulle diverse regole in vigore in Piemonte e Liguria per gli spostamenti su binari. (TargatoCn.it)

Potevano farsi prima questi lavori, nei tre mesi fa senza fare danni alle persone e al turismo che già è in ginocchio». «Le misure di contenimento del Coronavirus devono avere omogeneità geografica territoriale, andando al di sopra delle differenze tra Regioni e Province». (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr