Mottarone, il piccolo Eitan “rapito dal nonno e riportato in Israele” - L'Unione Sarda.it

Mottarone, il piccolo Eitan “rapito dal nonno e riportato in Israele” - L'Unione Sarda.it
L'Unione Sarda.it INTERNO

LA DINAMICA – Secondo la ricostruzione della tv israeliana Kan, Eitan avrebbe lasciato la casa a Pavia con il nonno ieri mattina.

Eitan Biran, il bimbo israeliano di 6 anni unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone in cui sono morti anche i genitori e il fratellino, sarebbe stato "rapito" dal nonno materno e portato in Israele.

Aveva anche chiesto l’adozione affinché Eitan crescesse in Israele "così come avrebbe voluto sua madre". (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altre fonti

Eppure ci sono persone che in queste ore stanno lanciando l’ennesimo, fallimentare tentativo di referendum per la legalizzazione delle droghe “A Rimini un immigrato ha accoltellato cinque persone tra cui un bambino, ma per la Lamorgese ‘poteva capitare ovunque’. (LaPresse)

È stato fantastico ieri. Un dipendente dell'aeroporto, responsabile della sicurezza per una società privata, ha confermato che la polizia era stata dispiegata intorno all'aeroporto già ieri (tvsvizzera.it)

Domenica 12 settembre 2021 - 13:05. Per i talebani le donne possono andare all’Università ma separate dagli uomini. Abbiamo deciso di separarci (uomini e donne) perché la coeducazione è contraria ai principi dell’Islam e alle nostre tradizioni”, ha affermato Haqqani. (askanews)

Afghanistan, Maas: Pronti ad aumentare aiuti ma rispettare diritti

Si tratta di un aereo della compagnia pakistana Pia proveniente Islamabad. (HelpMeTech)

Kabul, svetta la bandiera dei talebani. Leggi anche: Afghanistan, giornalisti torturati dai talebani per aver ripreso una manifestazione. Lo stendardo era già presente presso il palazzo presidenziale afgano da quando i talebani hanno ottenuto il controllo di Kabul. (Notizie.it )

(LaPresse/AP) – Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, parlando al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, ha affermato che il mondo ha “l’obbligo morale” di continuare ad aiutare il popolo afghano e ha detto che la Germania “incrementerà in modo significativo” i suoi aiuti umanitari per l’Afghanistan, indicando però che tali aiuti continueranno solo se i diritti saranno rispettati (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr