La pandemia ha cancellato il lavoro per i giovani: rischio di emigrazione di massa dall'Umbria. Su 10 posti persi 8 sono degli under 35

La pandemia ha cancellato il lavoro per i giovani: rischio di emigrazione di massa dall'Umbria. Su 10 posti persi 8 sono degli under 35
PerugiaToday INTERNO

Il dato è allarmante: la diminuzione di occupati under 35 in Umbria ha superato quella degli occupati totali.

La pandemia da Coronavirus è un killer degli anziani e dei giovani umbri.

La domanda di lavoro sta già – più o meno timidamente – cambiando, rispondendo a necessità produttive e ad abitudini di consumo in trasformazione.

In particolare, le giovani lavoratrici che hanno perso lavoro hanno superato di un quinto il calo occupazionale registrato tra le donne complessivamente". (PerugiaToday)

Ne parlano anche altri giornali

A questo si aggiunge che la struttura ha tanti anni e avrebbe bisogno di un piccolo restyling che a oggi non possiamo proprio permetterci economicamente“. – Una storia lunga 17 anni interrotta dal Covid-19 e dalla crisi economica generata dalle limitazioni per arginare la diffusione della pandemia. (Radio Gold)

Dalla povertà educativa all’assenza di spazi gioco pubblici, dalle disparità tra le regioni nei servizi educativi agli effettivi della didattica a distanza sul sistema scolastico nazionale. Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

La chiesa del Redentore, una delle più ricche e belle di Venezia, che da sola vale una visita alla Serenissima. Da lì nacque il detto veneziano secondo cui perché passi una pandemia “ghe voe un Nadae e do Pasque” (ci vuole 1 Natale e 2 Pasque) (Il NordEst Quotidiano)

627 nuovi morti Covid? Nemmeno a Repubblica tornano più i conti

Spero di non sbagliarmi, ma il riconoscere finalmente una strategia nazionale nella campagna vaccinale con un programma di successive graduali e caute riaperture è un segnale di grande rassicurazione. L’assetto sanitario cambierà radicalmente rispetto a prima della pandemia, dovremo imparare a sfruttare sapientemente la flessibilità dimostrata dai nostri ospedali, che dovrà diventare strutturale. (Corriere della Sera)

Ora la procura ha iscritto nel registro degli indagati i responsabili di alcune delle Rsa. Sono 10 gli indagati per epidemia colposa e omicidio colposo sulla gestione dell’emergenza sanitaria nelle strutture per anziani della regione. (La Stampa)

La Germania 2,8 milioni di contagi e 76 mila vittime, la Francia 4,5 milioni di contagi e 95mila vittime”. "I conti non tornano - spiega l’epidemiologa - noi abbiamo 3,5 milioni di contagi dall’inizio dell’epidemia e 110mila vittime. (L'AntiDiplomatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr