Nuovo DPCM Draghi in arrivo il 6 marzo: proroga divieto di spostamenti tra regioni

Pensioni Per Tutti SALUTE

Nuovo DPCM Draghi ultime novità dalla la conferenza tra regioni e Governo. Non è passata la proposta del Presidente Stefano Bonaccini di colorare tutta Italia in arancione, a causa dei dissensi dentro la Conferenza delle Regioni.

“La priorità adesso è la campagna vaccinale”, che però sta andando a rilento — sottolinea Bonaccini — per un problema di approvvigionamento

Nuovo DPCM Draghi di Marzo: le regioni chiedono priorità per i vaccini. (Pensioni Per Tutti)

Ne parlano anche altre testate

Le Regioni e le Province autonome ritengono priorità assoluta la campagna vaccinale. E’ inoltre necessario che ogni Regione sia messa nelle condizioni di poter garantire la vaccinazione ai propri insegnanti residenti ed assistiti, indipendentemente dalla Regione in cui prestano servizio (Vasto Web)

Abbiamo tutti lo stesso obiettivo: contrastare la diffusione del virus e sostenere, con risarcimenti adeguati, le categorie colpite dalla crisi. Il Consiglio dei ministri ha infatti appena approvato il decreto legge che proroga fino al 27 marzo il divieto di spostamenti tra Regioni e limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni. (greenMe.it)

Nel frattempo ricordiamo che nei prossimi giorni saranno allestiti diversi ospedali da campo, come quello a Termoli, in Molise Solo nell’ultimo fine settimana sono stati registrati 43.862 nuovi casi: 15.479 venerdì, 14.931 sabato e 13.452 nella giornata di ieri. (Periodico Italiano)

Emergenza Covid, verso nuovo Dpcm. Regioni "Indennizzi in caso di restrizioni"

Il nuovo Dpcm del Governo Draghi. Il decreto decide lo stop agli spostamenti in zona rossa verso abitazioni private. In particolare, il Dpcm proroga il divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo e anche la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni. (Diretta Sicilia )

La richiesta è quella di un chiarimento sulle competenze statali e regionali per allinearne la tempistica e la relativa efficacia Oltre a questo comincerà a mettere a punto l’elenco delle nuove regole operative dal 6 marzo in sintonia con gli altri paesi europei. (Notizie.it )

Si ritiene, inoltre, necessario anche cogliere l’occasione per valutare il riposizionamento sul piano industriale delle aziende produttrici sia per l’Europa sia per l’Italia. In questo contesto appare assolutamente necessario procedere ad un chiarimento sulle competenze statali e regionali al fine di allinearne la tempistica e la relativa efficacia (StatoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr