Gelmini: “Adesso tutte le donne sanno che lo Stato è pronto a difenderle”

La Stampa INTERNO

Ministra Gelmini, da anni assistiamo all’introduzione di misure che dovrebbero contrastare la violenza sulle donne ma la realtà è nelle cifre

Sa bene che per contrastare la violenza sulle donne la battaglia è innanzitutto culturale e che i tempi di approvazione del ddl licenziato ieri dal consiglio dei ministri non saranno brevi ,ma la ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini spiega che il primo obiettivo è creare le condizioni perché le donne denuncino le violenze. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri giornali

E così altre donne sono state di nuovo vittime della furia incomprensibile da parte di ex mariti, ex fidanzati, e non solo. Aspettare passivamente che un gesto così feroce si ripeta, magari con qualche variante ancora più crudele? (Quotidiano del Sud)

Il premier in platea in prima fila come a benedire l’iniziativa senza volerla intralciare. Sul tavolo, ci sono i sacrosanti diritti, compreso poter vivere senza essere massacrate di botte o molestate sfacciatamente, della maggioranza più minoritaria del mondo (Corriere della Sera)

(di Chiara Ronzani). A due anni dalla sbandierata legge cosiddetta del codice rosso le donne continuano a morire come prima. Il governo cerca di mettere un freno alla violenza, ma non cambia la strada già perseguita finora senza successo. (Radio Popolare)

Ma il governo, denuncia Veltri, ancora una volta «procede senza consultare i centri anti violenza, nonostante tale consultazione sia stata prevista dal nuovo Piano nazionale anti violenza» Tale sostegno è essenziale per le donne che «spesso non denunciano a causa della difficile condizione economica in cui si trovano», ha ricordato Lamorgese. (Domani)

L’odio sui social. Segre ha anche affrontato il tema dell’odio in rete, in particolare quello che si scatena tra giovani sui social network. E ha poi aggiunto: «La donna deve avere una sua dignità e rispetto da parte di tutti, così come l’uomo. (Open)

Elena Bonetti, contenente misure volte a contrastare la violenza sulle donne. Perché questo è il DDL Bonetti. (Panorama)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr