Lampetra, dai kalashnikov russi alla droga “fatta” in casa. La figura di Cimarosa

Lampetra, dai kalashnikov russi alla droga “fatta” in casa. La figura di Cimarosa
Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria INTERNO

Sono stati disposti, invece, i domiciliari, per Silvio Carina, Cosimo Cicco, Giuseppe Cicco ed Enzo Violi.

I 19 arrestati. In carcere sono finiti Antonio Alvaro, Italo Flaviano Cacciola, Antonino Cambareri, Cosimo Cannizzaro, Francesco Caracciolo, Angelo Carina, Carmelo Cimarosa, Francesco Cimarosa, Silvio Emanuele Cimarosa, Fatmir Fejzulla, Antonino Galati Giordano, Salvatore Gentilesca, Francesco Laurenti, Santino Porcaro e Vincenzo Siglitano. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Ne parlano anche altre fonti

L'inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto coordinatore della Dda Francesco Giannella con il sostituto Claudio Pinto. L'operazione della Squadra mobile, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, riguarda una presunta organizzazione criminale che avrebbe gestito il traffico e lo spaccio di droga nel quartiere San Pasquale di Bari. (La Repubblica)

Nel borsello, inoltre, il giovane veniva trovato in possesso di 755 euro in contanti, verosimile provento dell’attività di spaccio. A scoprirlo i carabinieri della Compagnia di Pomezia che hanno arrestato, in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un ragazzo di 28 anni originario di Roma, e denunciato il complice. (RomaToday)

Bari, 15/07/2021 – (gazzettamezzogiorno) Scacco al gruppo in affari di droga e armi. Il gruppo avrebbe gestito il traffico e lo spaccio di droga nel quartiere San Pasquale di Bari (StatoQuotidiano.it)

La 'Forcella' di San Pasquale, blitz nella palazzina-roccaforte dello spaccio: 17 arresti, sequestrate pistole e mitragliatrici

L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto coordinatore della Dda Francesco Giannella con il sostituto Claudio Pinto Il gruppo tra il 2017 e il 2019 avrebbe monopolizzato il mercato della droga nel quartiere San Pasquale di Bari, trasformando un complesso di edilizia popolare, in via Dei Mille, in una vera e propria roccaforte per l’attività di spaccio. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

E in due, giovani gelesi, sono stati segnalati dagli stessi carabinieri per detenzione di stupefacenti destinati però al solo uso personale. Ti è piaciuto questo post? E alla fine delle operazioni è arrivato il sequestro di droga e la anche un paio di segnalazioni. (castelloincantato.it)

Scantinati e terrazzi erano utilizzati per nascondere armi e droga ai danni di altri condomini, costretti a subire imposizioni. Sequestrati anche 13 kg di droga tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, nonché 2mila pasticche di ecstasy. (BariToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr