Taranto, si recide l'arteria femorale usando una smerigliatrice

Taranto, si recide l'arteria femorale usando una smerigliatrice
Sky Tg24 INTERNO

La media nazionale è del 12,6%, secondo i dati dell'Ufficio studi della Cgia di Mestre. I numeri dei lavoratori in nero presenti in Italia non conoscono crisi: secondo gli ultimi dati disponibili - riferiti a inizio 2020 - , nel nostro Paese due anni fa c'erano 3,2 milioni di occupati irregolari. In termini assoluti è il Nord l'area del Paese con il maggior numero di lavoratori in nero, pari a 1.281.900, seguita dal Mezzogiorno con 1.202.400, mentre al Centro se ne contano 787.700

Ma la classifica cambia se si considera l'incidenza del lavoro irregolare sul totale dell'occupazione: in questo caso l'area con maggiore incidenza è il Mezzogiorno (17,5%), poi il Centro (13,1%) e poi ancora il Nord (10%). (Sky Tg24 )

Su altre testate

La vittima dell’ennesimo incidente sul lavoro è un operaio di 53 anni originario di Sava. Operaio morto dissanguato a Taranto: la ricostruzione dell’incidente. Secondo quanto ricostruito, all’operaio è improvvisamente sfuggito il controllo di una smerigliatrice angolare che aveva in azione tra le mani mentre lavorava. (Virgilio Notizie)

APPROFONDIMENTI LA TRAGEDIA Tragedia sul lavoro, muore operaio di 53 anni L'INCIDENTE IN STAZIONE Tragedia a Trani: 44enne resta incastrato nella porta del treno e muore sui binari LA TRAGEDIA Salento, cade dall'altezza di 5 metri e muore: altro incidente fatale sul lavoro. (quotidianodipuglia.it)

Sul posto i carabinieri e gli ispettori dello Spesal per accertare l’esatta dinamica dell’incidente e stabilire eventuali responsabilità Ancora una morte sul lavoro questa mattina nella zona industriale di Taranto, in un capannone di via D’Annunzio, nei pressi della Vestas. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Si recide arteria tagliando le lamiere col flex

Carabinieri e Spesal sono intervenuti sul posto Scattato l'allarme in azienda, il 53enne è stato soccorso e trasportato in ospedale, ma è morto durante il trasporto per la gravità della lesione subita. (La Repubblica)

Il presidente di Confindustria Taranto Salvatore Toma esprime profondo cordoglio alla famiglia del 53enne Guido Prudenzano, dipendente di una azienda metalmeccanica dell'area industriale di Taranto, che ha perso la vita mentre effettuava il taglio di una lamiera Inutili i soccorsi, Guido è deceduto in ambulanza durante il trasporto in ospedale. (La Voce di Manduria)

Secondo quanto emerso finora, stava tagliando con un flex una lamiera quando l'attrezzo gli è sfuggito di mano recidendogli l'arteria femorale: è morto durante il trasporto in ospedale. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr