Scuola Puglia, la linea dura di Emiliano: DID per tutti e istituti chiusi

Scuola Puglia, la linea dura di Emiliano: DID per tutti e istituti chiusi
Oggi Scuola INTERNO

E’ il caso della Puglia, una delle prime regioni ad attivare la Dad on demand.

O per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione a scuola degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni a scuola della classe che sono in didattica digitale integrata”

Alcuni governatori stanno usano la linea dura sulla scuola. (Oggi Scuola)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Oggi, in Puglia, sono stati registrati 9.880 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 905 casi positivi: 368 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 78 nella provincia BAT, 118 in provincia di Foggia, 86 in provincia di Lecce, 177 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. (Terlizzilive.it)

La nuova ordinanza sulla scuola, in vigore da lunedì fino al 5 marzo - quando da Roma arriverà un nuovo dpcm - prevede il 100 per cento della didattica a distanza (Dad) a partire dalle scuole per l'infanzia e fino alle superiori. (La Repubblica)

Tra gli operatori precari che hanno lavorato durante la pandemia, c'è chi si è ammalato e ha ancora i postumi. Il fatto però che alcune aziende sanitarie come quella di Lecce, Taranto, abbiano prorogato i contratti precari sino a marzo, non significa che verranno ulteriormente riconfermati, come ha spiegato lo stesso presidente della task force (ilGiornale.it)

Scuola, in Puglia didattica a distanza da lunedì 22 sino al 5 marzo: l'ordinanza

"La pazienza ha un limite – scrivono – le decisioni che ineriscono a diritti fondamentali come quello allo studio devono affondare le radici in logiche oggettive e scientifiche e non sulle solite alchimie del consenso del presidente Emiliano. (CoratoViva)

Occorre fare chiarezza. “L’ennesima ordinanza emanata sulla scuola dal presidente Emiliano - spiega Bellomo, capogruppo consiliare Lega Puglia - ci lascia molto più che perplessi: necessità ineludibile per limitare la diffusione del contagio o inutile danno alle famiglie pugliesi? (BariToday)

«Le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e i CPIA - si legge - adottano forme flessibili dell’attività didattica in modo che il 100% delle attività scolastiche sia svolto in modalità digitale integrata (DDI), riservando, sulla base della valutazione dell’autonomia scolastica, l’attività didattica in presenza agli alunni per l'uso di laboratori qualora sia previsto dall’ordinamento, o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata». (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr