Appuntamenti macroeconomici del 13 gennaio 2022

Appuntamenti macroeconomici del 13 gennaio 2022
Approfondimenti:
Borsa Italiana ECONOMIA

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

(Borsa Italiana)

Ne parlano anche altri giornali

In questo clima di (prudente) ottimismo, non fa eccezione Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha chiuso la seduta del 12 gennaio con un guadagno dello 0,65%. I listini europei superano indenni la prova dell'inflazione Usa, che tocca livelli record (+7% su base annua) ma si conferma in linea con le attese del mercato. (Il Sole 24 ORE)

Attesa una partenza contrastata per la Borsa di New York. È previsto questo pomeriggio dagli Stati Uniti l'annuncio sia delle Richieste dei Sussidi di Disoccupazione, che dei Prezzi alla Produzione. (Finanza Repubblica)

Possibili spunti su Telecom (Tim) che si avvia nominare il nuovo amministratore delegato nel cda in programma il prossimo 21 gennaio. L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva. L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente positiva, all’indomani di una seduta di acquisti che ha visto Piazza Affari chiudere in moderato rialzo (Ftse Mib +0,66% a 27.535 punti). (Finanza Report)

La Borsa, gli indici del 13 gennaio 2022 - Il Sole 24 ORE

Si attende questo pomeriggio dagli Stati Uniti la diffusione delle Scorte di Petrolio e dei Prezzi al Consumo. In particolare, ilè positivo, in sintonia con ilche tratta a 15.860,75 punti (Teleborsa)

– Borsa di oggi 12 gennaio. La nuova strategia è in linea con l’ambizione geopolitica e fa seguito alla comunicazione della Commissione del maggio 2020 (http://www.lagendanews.com)

A Piazza Affari il Ftse Mib è salito dello 0,47%, grazie soprattutto ai titoli del comparto auto, in linea con Madrid, quando Parigi ha perso mezzo punto percentuale, zavorrata dal comparto del lusso, e Francoforte ha guadagnato lo 0,13%. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr