Vaccini: Crisanti, trial su bimbi ridotto, rapporto rischi-benefici non chiaro

Vaccini: Crisanti, trial su bimbi ridotto, rapporto rischi-benefici non chiaro
LaPresse ESTERI

(LaPresse) – In merito alla vaccinazione pediatrica “il rapporto rischi-benefici non è chiaro”.

Roma, 25 nov.

“All’Ema hanno dato l’autorizzazione per gli adulti su un trial di 30mila persone mentre quello sui bambini è dieci volte inferiore – spiega ancora – il campione non cattura la frequenza di eventuali eventi avversi”

Lo dice a LaPresse il virologo, Andrea Crisanti.

(LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

È una valutazione che verrà fatta progressivamente», ha detto, ricordando che «il rischio dell’infezione sta diventando molto superiore al rischio del vaccino». E bisogna parlare del Long Covid, perchè dopo ci possono essere dei disturbi che durano a lungo, perchè il virus attacca più organi» (Il Sole 24 ORE)

Vaccino covid Pfizer nella fascia 5-11 anni anche in Italia, arriva l'ok dell'Ema. Efficacia. Il vaccino anti-Covid di Pfizer/BioNTech ha avuto un tasso di efficacia del 90,7% nella prevenzione dell'infezione sintomatica fra i bimbi dai 5 agli 11 anni. (Adnkronos)

L'utilizzo del vaccino sviluppato da Pfizer BioNTech nei bambini tra i 5 e gli 11 anni ha ricevuto l'ok dell'Ema: secondo l'Agenzia europea per i medicinali “i benefici superano i rischi”, in particolare per i soggetti con condizioni che potrebbero portare a forme di Covid-19 particolarmente severe. (il Dolomiti)

L'Ema dice sì al vaccino Pfizer per i bambini tra i 5 e gli 11 anni

Gli effetti indesiderati più comuni nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni sono simili a quelli nelle persone di età pari o superiore a 12 anni. Nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni - spiega l’EMA - la dose di Comirnaty, il vaccino di Pfizer-BioNtech sarà inferiore a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni (10 μg rispetto a 30 μg). (Corriere del Ticino)

L’efficacia di Comirnaty è stata calcolata in quasi 2mila bambini di età compresa tra 5 e 11 anni che non presentavano segni di infezione precedente. Nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni – spiega l’Ema – la dose di Comirnaty sarà inferiore a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni (10 µg rispetto a 30 µg). (Il Fatto Quotidiano)

Dei 1.305 bambini che hanno ricevuto il vaccino, tre hanno sviluppato Covid-19 rispetto a 16 dei 663 bambini che hanno ricevuto il placebo "Nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, la dose di Comirnaty sarà inferiore a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni (10 microgrammi rispetto a 30 microgrammi). (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr