Green pass università, il ministro Messa: «il prof può controllarlo». Ecco cosa rischiano gli studenti

leggo.it INTERNO

Anche l'università torna in presenza con il green pass per tutti, anche per gli studenti, non solo per i professori.

Se trovano uno studente senza green pass, aggiunge la ministra «Lo fanno uscire, è un po' come sul treno che si scende alla stazione successiva.

La ministra dell'Università Maria Cristina Messa al Corriere della Sera spiega come «Il controllo sarà a campione.

Lo spirito delle norme sull'obbligo di green pass è chiaro, è quello di insistere sul vaccino per tornare in presenza». (leggo.it)

Su altre testate

“Lo sbarramento deve comunque restare perché non si possono attivare corsi per 70mila studenti” Se uno studente verrà trovato senza green pass “lo fanno uscire”. (L'HuffPost)

I giovani avranno a disposizione uno spazio in cui esprimere le loro emozioni e lavorarle attraverso la reciprocità. Già alle prese con gli esami e le lezioni all’università, necessitano del giusto sostegno psicologico. (ChietiToday)

I più invece non hanno fatto una piega e non si pongono il problema della garanzia al diritto allo studio ma solo della sicurezza. Non potranno entrare nelle aule universitarie se non provvisti di green pass ma anche qualora lo fossero non è detto che troverebbero posto perché gli spazi sono stati portati, di fatto, al 50% della loro capienza. (VeneziaToday)

di Angelica Malvatani È una università a tutti gli effetti il Conservatorio, una realtà ricca e variegata che però, come tutte le università, deve sottostare alle regole sul Green pass. La. di Angelica Malvatani. (il Resto del Carlino)

Verranno effettuati a tappeto? Discorso diverso, invece, per docenti e personale universitario, a cui sarà richiesto (e verificato) il possesso del Green pass singolarmente. (QuiFinanza)

Manifestazione no vax e no Green Pass Roma oggi, 11 settembre/ Proteste e. MARIA CRISTINA MESSA: “ATENEI RIAPERTI AL 75% IN PRESENZA”. Il ministro Messa, sempre sulle colonne del “Corriere”, ha poi affermato che le università potranno riaccogliere circa il 75 per cento dei loro studenti in presenza. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr