Reggio Calabria: confiscato l’ingente patrimonio di un imprenditore ritenuto ritenuto vicino alla ‘ndrangheta [NOME, VIDEO, DETTAGLI]

Reggio Calabria: confiscato l’ingente patrimonio di un imprenditore ritenuto ritenuto vicino alla ‘ndrangheta [NOME, VIDEO, DETTAGLI]
Stretto web INTERNO

Con il medesimo provvedimento il Tribunale ha applicato nei confronti di Frascati Angelo Emilio la sorveglianza speciale di ps con obbligo di soggiorno per la durata di anni 3 e mesi 6

“metodo mafioso” e/o costituisce strumento di cui si serve l’organizzazione criminale per conseguire le proprie finalità illecite e mantenere il controllo del territorio”.

“impresa mafiosa”……che pur operando nei mercati ufficiali con modalità formalmente legali…. (Stretto web)

Su altri media

Il provvedimento del collegio giudicante afferma testualmente “si è dunque in presenza di una di quelle ipotesi comunemente definite di c.d. La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un provvedimento di confisca di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di FRASCATI Emilio Angelo, 64enne reggino, imprenditore molto noto nel settore della grande distribuzione alimentare e del commercio di autovetture. (Alqamah)

Il tribunale ha disposto nei confronti di Frascati la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per la durata di 3 anni e 6 mesi Sono stati confiscati anche 20 immobili e rapporti finanziari. (Il Lametino)

Tempo di lettura 2 Minuti. REGGIO CALABRIA – Società e beni immobili, per un valore di oltre 20 milioni di euro, sono stati confiscati dalla Dia di Reggio Calabria a Emilio Angelo Frascati, 64enne reggino, imprenditore molto noto nel settore della grande distribuzione alimentare e del commercio di autovetture. (Quotidiano del Sud)

Per la Dia è l’imprenditore della ‘ndrangheta reggina: confiscati beni per oltre 20 milioni

Martinone, su mandato di Michele Zito, avrebbe dovuto danneggiare un’attività commerciale sita in Gioia Tauro (RC) del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Calabria con il coordinamento del Procuratore Capo della Direzione Distrettuale Antimafia, dott. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Per questa vicenda Frascati è stato condannato, con sentenza di primo grado emessa nel marzo del 2018 dal Gup di Reggio Calabria, a 13 anni e 4 mesi di reclusione per associazione di tipo mafioso e turbata libertà degli incanti, aggravata dal metodo mafioso (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Numerosi collaboratori di giustizia lo hanno indicato come imprenditore di riferimento della ‘ndrangheta reggina, e in particolare dalla famiglia De Stefano oltre che di quella dei Libri. La Direzione investigativa antimafia ha infatti eseguito a suo carico il provvedimento emesso dal Tribunale di Reggio Calabria (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr