Forza Nuova: Fratoianni (Si), Salvini a disagio a usare parola ‘antifascista’

Forza Nuova: Fratoianni (Si), Salvini a disagio a usare parola ‘antifascista’
Più informazioni:
LaPresse INTERNO

“Del resto farlo in modo chiaro significherebbe rompere del tutto con i camerati delle varie organizzazioni esistenti in Italia”

Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, dopo le ultime dichiarazioni del segretario leghista.

(LaPresse) – “Le continue contorsioni di Salvini stanno dimostrando semplicemente il suo disagio ad usare la parola antifascista”.

Roma, 11 ott. (LaPresse)

Ne parlano anche altri media

E dopo gli scontri di sabato, la linea di Draghi sulle manifestazioni è chiara: il via libera dovrà arrivare dopo una valutazione rigorosa dei rischi. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha incontrato il segretario della Cgil Maurizio Landini, entrando proprio negli uffici devastati sabato scorso dai manifestanti, guidati dai vertici di Forza Nuova. (modenaindiretta.it)

L’associazione culturale ‘Cambiamenti’ condanna fermamente, senza se e senza ma, quanto accaduto a Roma e a Piombino, esprime piena solidarietà alla C.G.I.L ed alle forze dell’ordine e ricorda alla città intera quanto sia importante e necessario un richiamo alla vigilanza e all’unità antifascista” (Livorno 24)

Voglia giungere a Maurizio Landini – conclude il comunicato – un convinto sostegno da tutti i dipendenti avvocati, lavoratori della Pubblica amministrazione” “Gli avvocati della Pubblica Amministrazione hanno forte il sentimento di giustizia e di solidarietà, valori per i quali si battono quotidianamente nelle aule di giustizia, sicché avvertono forte e chiaro il conflitto di siffatte azioni con l’interesse pubblico che permea l’apparato democratico, minandolo nei propri principi fondamentali. (RomaDailyNews)

Stienta Coraggiosa prende posizione sui fattacci di Roma

Luigi Florio - Presidente Associazione Italia Israele L’aggressione di cui il Vostro sindacato è stato vittima appare ancora più odiosa in quanto avvenuta in un momento in cui la solidarietà nella lotta alla pandemia dovrebbe accomunare tutti, indipendentemente dalle convinzioni politiche. (LaVoceDiAsti.it)

Manifestare il proprio dissenso è un cardine della democrazia ma la violenza è inaccettabile e va sempre respinta. Il sindacato e le associazioni datoriali sono e continueranno a essere un presidio di libertà e di democrazia. (Ferrara24ore)

L’accostamento alla barbarie talebana nella distruzione dei Buddha di Bamiyan non è casuale perché l'assalto squadrista alla sede nazionale della Cgil è un attacco al mondo del lavoro e alla democrazia (Rovigo) – Paolo Forti, capogruppo di “Stienta Coraggiosa” interviene sui fattacci di Roma per dire che il gruppo consigliare di Stienta, come atto di solidarietà nei confronti del mondo del lavoro, ha esposto la bandiera storica della Cgil organizzando un presidio per stigmatizzare il “Vile attacco alla sede della Cgil di Roma”. (RovigoOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr