Imprenditore saronnese dalla doppia vita: indigente per il Fisco, milionario nella realtà

Imprenditore saronnese dalla doppia vita: indigente per il Fisco, milionario nella realtà
Prima Saronno INTERNO

Nella realtà, oltre a prendere bonus e ristori di ogni tipo, conduceva una vita tra i lussi e l'umile dimora alle porte di Saronno dove dichiarava di vivere era solo una copertura.

L'uomo in realtà ha sempre mantenuto un tenore di vita elevatissimo e dimora abitualmente in una villa con piscina unitamente alla famiglia.

Imprenditore indigente, ma solo per il Fisco: sequestri per oltre 15 milioni di euro. (Prima Saronno)

Se ne è parlato anche su altri media

L’uomo in realtà ha sempre mantenuto un tenore di vita elevatissimo e dimora abitualmente in una villa con piscina unitamente alla famiglia. L’entità della frode sulla cessione del credito dei suddetti bonus è tuttora in fase di quantificazione, ma al momento, solo per il 2021 ammonterebbe a circa 7 milioni di euro. (ComoZero)

Il sequestro ha riguardato, tra le altre cose, 72 fabbricati, 22 terreni, 3 autovetture, 7 società e relativi complessi aziendali (Il Sole 24 ORE)

L’uomo, originario della provincia di Napoli ma con casa a Saronno (Varese), con alle spalle varie condanne per reati finanziari e con un debito nei confronti dell’erario di circa 17 milioni di euro, fingeva di vivere nell’indigenza e – proprietario di una villa con piscina – riusciva ad avere accesso ai ristori per gli imprenditori e le aziende in difficoltà a causa della pandemia. (Calabria 7)

Risultava povero e prendeva i ristori Covid: ma per un vestito spendeva 8mila euro e viveva in una villa con …

L’intero patrimonio, in attesa della quantificazione da parte dell’amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Milano, secondo una stima prudenziale, ha un valore di ben oltre i 15 milioni di euro Approfittando, inoltre, del fittizio dichiarato stato di indigenza ha anche avuto accesso ai ristori predisposti per gli imprenditori e le aziende in difficoltà a causa delle ristrettezze imposte dall’emergenza pandemica. (Telesettelaghi)

Per dare ancora più credibilità al suo presunto stato di difficoltà economica, l'uomo dichiarava da anni di vivere in un locale interrato in una palazzina alle porte di Saronno, ma in realtà abita da tempo in una villa con piscina insieme alla famiglia (MilanoToday.it)

Per gli investigatori, "le modalità con le quali l'uomo era solito condurre i propri affari hanno certamente inquinato i meccanismi dell'economia locale, alterando gli equilibri della libera concorrenza e danneggiando le imprese che investono e lavorano onestamente nel settore edile". (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr