Unicredit punta a Mps Non ci sono alternative

L'Eco di Bergamo ECONOMIA

D’altra parte, non c’è in Italia nessun operatore diverso da Unicredit in grado di farsi carico di Mps.

Questa sì sarebbe stata una perdita netta per il Paese, dopo lo sforzo finanziario del contribuente

L’intervento di Unicredit su Mps è desiderabile, non ci sono alternative.

Oggi Mps è una banca stremata, benché con una rete commerciale che ha mostrato una grande resilienza, e che richiede un aumento di capitale fra 1 e 2,5 miliardi euro. (L'Eco di Bergamo)

Su altri giornali

L’affare bancario Mps-Unicredit agita la politica e attira sempre di più le analisi degli esperti. Il Mef è chiamato a chiarire almeno 5 punti essenziali (Money.it)

Dall’altro: la cessione è “inevitabile”, perché il piano della banca non è “conforme” ad alcuni degli impegni presi con l’Ue e quindi esiste il rischio che si superino i 2.500 esuberi stimati dall’istituto, se la Commissione dovesse alzare l’asticella. (Il Fatto Quotidiano)

"E' stato incredibile lavorare con loro, la musica e il calcio uniscono la gente", ha affermato Garrix, presentando 'We are the people' (La7)

La tutela del marchio può avvenire in varie forme, conservandolo in parte della rete di sportelli toscana, oppure a livello di Fondazione Mps che potrebbe essere rafforzata Secondo una fonte governativa, il Tesoro farà il possibile per limitare gli esuberi e punta a preservare il marchio di Mps. (Investing.com)

Mettiamo pure che Unicredit abbia interesse a fare questa operazione: è possibile che debba essere gestita anche da Padoan?! Il Segretario del Pd ha un grosso problema adesso, perché in Toscana c’è di fatto una rivolta contro questa operazione (Il Sussidiario.net)

La proroga, se mai dovesse arrivare, consentirebbe sì al governo di guadagnare tempo, ma i costi a carico di noi cittadini non verrebbero meno. Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, riferirà oggi in Parlamento sull’avvio delle trattative in esclusiva tra Tesoro e Unicredit in merito alla cessione di MPS. (InvestireOggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr