Pioli sul malore di Eriksen: "Ho vissuto un'esperienza simile"

Pioli sul malore di Eriksen: Ho vissuto un'esperienza simile
Per saperne di più:
Virgilio Sport SPORT

Euro 2020 sarà indimenticabile per gli italiani, ma nessuno potrà mai scordare ciò che è accaduto a Eriksen.

Intervistato da ‘Il Fatto Quotidiano’, Stefano Pioli ha ricordato una sua simile brutta esperienza: “Ho vissuto una scena simile nel 1998.

Non mi ricordo niente e quelle immagini ho avuto il coraggio di rivederle solo molti mesi dopo”

Il giocatore dell’Inter adesso sta bene, ma lo spavento è stato grande dopo il malore in campo. (Virgilio Sport)

Su altre testate

Il centrocampista turco è considerato l’alternativa perfetta a Eriksen, in attesa di capire quale sarà il futuro del danese Il malore accusato in occasione della sfida tra la sua Danimarca e la Finlandia a Euro 2020 potrebbe segnare la fine della carriera di Christian Eriksen, almeno in Italia. (Virgilio Sport)

Interrogato su quanto successo a Christian Eriksen, centrocampista dell'Inter e della Danimarca, colto da infarto durante la gara del suo debutto agli Europei, Pioli ha ricordato: "Ho vissuto una scena simile nel 1998. (Pianeta Milan)

La donazione fatta da Eriksen è per quello che si chiama «Bella vita». È un processo lento, anche noi siamo stati colpiti dal coronavirus, quindi tutto è stato rallentato. (Corriere della Sera)

Inter, i tifosi ci credono: sarebbe la ciliegina sulla torta

Braconaro è membro del Comitato tecnico-scientifico della Figc e si è espresso così sulla vicenda di Eriksen, il quale è ancora in Danimarca a riprendersi dopo il malore accusato nella partita fra Danimarca e Finlandia che aveva tenuto tutto il mondo con il fiato sospeso (Tutto Juve)

Braconaro, membro del Comitato tecnico-scientifico della FIGC, ha parlato del possibile ritorno in campo di Eriksen con l’Inter. A Radio Kiss Kiss Napoli, Francesco Braconaro, membro del Comitato tecnico-scientifico della FIGC, ha parlato della situazione di Christian Eriksen in casa Inter. (Juventus News 24)

Poi, dovesse essere rimosso il defibrillatore significherebbe che la patologia che lo ha colpito è risolvibile e potrebbe anche tornare a giocare con l’Inter. Eriksen, il messaggio che ha riacceso la speranza. (Virgilio Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr