Mediobanca: Caltagirone sale al 2,88%, opzioni fino al 5%

Mediobanca: Caltagirone sale al 2,88%, opzioni fino al 5%
Yahoo Finanza ECONOMIA

Secondo Repubblica, gli ultimi acquisti di Caltagirone sono legati alla volontà di ricostituire un investimento nelle banche (negli ultimi 15 anni ha comprato e poi venduto quote rotonde in BNL, MPS, Unicredit).

Tuttavia le mosse di Caltagirone e Del Vecchio sostengono il titolo, che tratta su valutazioni attraenti e con fondamentali solidi

In base alle comunicazioni Consob, Francesco Gaetano Caltagirone ha aumentato la sua partecipazione in Mediobanca dall’1% di inizio marzo al 2,88%, a cui si aggiunge un 2,175% in opzioni, portando la partecipazione complessiva al 5.055%. (Yahoo Finanza)

La notizia riportata su altri media

Leonardo Del Vecchio sale al 19% di Mediobanca, a un passo dalla soglia massima del 19,99% per la quale ha ricevuto l’autorizzazione della Bce. A ottobre 2019 il fondatore di Luxottica aveva definito pubblicamente l’investimento come «finanziario e di lungo termine». (Corriere della Sera)

Nel resto d’Europa Francoforte guadagna l’1,37%, Londra +1,74%, Parigi +1,85%, Amsterdam +1,62%, Zurigo +0,67%. Negli Usa i prezzi scendono i rendimenti crescono, con il Treasury decennale che alza il tasso a 1,29% (Notizie - MSN Italia)

Tuttavia, Mediobanca appoggerebbe una riconferma dell’attuale Group Ceo, Philippe Donnet, in considerazione dei risultati raggiunti negli ultimi anno sul fronte della solidità patrimoniale e della redditività. (Il Cittadino on line)

Mediobanca, Caltagirone, Del Vecchio e il profumo di Opa su Generali

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Cristina Carlevaro) REUTERS/Flavio Lo Scalzo. MILANO (Reuters) - Francesco Gaetano Caltagirone ha portato la sua partecipazione in Mediobanca (MI: ) al 3,003%, quota leggermente superiore al 2,88% dichiarata ieri. (Investing.com)

Secondo un report di ieri di Ubs, Piazzetta Cuccia sta valutando di rilevare la rete dei promotori da Deutsche Bank Italia, l’ex Finanza e Futuro. Una cifra rotonda, frutto della strategia portata avanti in questi anni dal ceo Alberto Nagel al timone di Piazzetta Cuccia dal 2008. (Corriere della Sera)

Nelle scorse settimane intanto anche Leonardo Del Vecchio, altro socio forte del Leone, aveva incrementato la propria quota in Mediobanca portandola al 19%, a un soffio dal 19,99% autorizzato dalla Bce. (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr